Discussione:
Un'ipotesi di scuola sulla auto-pedopornografia.
(troppo vecchio per rispondere)
Unilì
2011-01-25 19:53:27 UTC
Permalink
X-Face: +tU!ob!\`]!Z9p`Mvi8riQ_G<yO)S{(*XejtD*X{}RVmt|Nzu`2DV]d?g3R0YW}P~}F{MZ.
oA/&?b*lVsOq?Y#M~(T7rF>-6$@:`,w!]Ww&w}}w>Ix='S0aIyVs*{`[H-rbnN\I*%y}P';
User-Agent: Casio PB-100
Bytes: 3801
Xref: number.nntp.dca.giganews.com it.diritto.internet:77119

Supponiamo che

-una 14 enne parecchio sveglia, all'età di 14 enni giri un film hardcore
da sola (masturbazione). Nessun altro partecipa alla realizzazione del
film né la aiuta a realizzare il film stesso: fa tutto da se
-lei stessa conservi il filmato senza darlo a nessuno
-raggiunta la maggiore età, lei stessa divulghi il filmato
gratuitamente. Supponiamo che nel filmato sia clamorosamente evidente
che la ragazza sia minorenne (tanto per evitare appigli di questo tipo).

Di quali reati è imputabile la ragazza ormai maggiorenne?

Possibili risposte:

1) del reato 600ter, primo comma
Chiunque, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza esibizioni
pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce minori di
anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche è punito con la
reclusione da sei a dodici anni e con la multa da euro 25.822 a euro
258.228. (1)


2) del reato 600ter, ma solo quarto comma in quanto non è imputabile per
aver realizzato il filmato in quanto era minorenne quando ha commesso il
fatto.
Chiunque, al di fuori delle ipotesi di cui ai commi primo, secondo e
terzo, offre o cede ad altri, anche a titolo gratuito, il materiale
pornografico di cui al primo comma, è punito con la reclusione fino a
tre anni e con la multa da euro 1.549 a euro 5.164.

3) Di nessun reato in quanto lei ha utilizzato se stessa per produrre il
filmato. In teoria la legge parla di "utilizzando minori di anni 18" e
non "sfruttamento di minori di anni 18" (nel secondo caso, essendo se
stessa si poteva contestare la mancanza dello sfruttamento), daltronde
pero' molti reati contro la persona non sono reati se il reo e la
persona offesa coincidono (si pensi ad esempio al tentativo di suicidio
che non è puntito come un tentato omicidio).

Quale è la risposta giusta? (fermo restando che ovviamente invece chi il
filmato lo scarica si becca un bel 600quater senza passare dal via e
ritirare le 20 mila lire)
Daniele Orlandi
2011-01-25 20:01:16 UTC
Permalink
Post by Unilì
Supponiamo che
-una 14 enne parecchio sveglia, all'età di 14 enni giri un film hardcore
da sola (masturbazione).
Provo a risponderti io per quanto poco ne so della legge.

Già in quel momento lei commette i reati di produzione e possesso di
materiale pedopornografico.

Non so poi se a 14 anni possa essere condannata, a 16 è più facile, a 18 non
ci sono sicuramente vincoli ma per questo bisogna aspettare chi ne sa.
Post by Unilì
-raggiunta la maggiore età, lei stessa divulghi il filmato
gratuitamente.
A quel punto si aggiunge anche la distribuzione.

Questa povera ragazza finisce in galera per 10 anni :)
Post by Unilì
Quale è la risposta giusta? (fermo restando che ovviamente invece chi il
filmato lo scarica si becca un bel 600quater senza passare dal via e
ritirare le 20 mila lire)
Sono curioso anch'io. Forza, Chiediamo a Chiara da Perugia un chiarimento.

Ciao,
--
Daniele Orlandi つづく
uniposta
2011-01-25 21:27:53 UTC
Permalink
22:27 ma seriamente.

Pongo anch'io un quesito : Ma così a idea, quanto tempo ci
vorrà perché queste "leggi" demenziali e allucinanti vengano
annullate da una qualche Corte, italiana o europea che sia?

Qui in città ti danno trecento euro di multa se mangi
una banana o se ti siedi sui gradini di un monumento


-*_ uniposta(at)yahoo.it
-*_ uniposta(at)gmail.com
--
If his chest had been a cannon, he would have shot his heart upon it.
Se il suo petto fosse stato un cannone, gli avrebbe sparato contro
il suo cuore. (Herman Melville, Moby Dick; Patrick Stewart,
Capt. Jean-Luc Picard, Star Trek - The Next Generation)
unilì
2011-01-26 19:39:06 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Sono curioso anch'io. Forza, Chiediamo a Chiara da Perugia un chiarimento.
Il "Forza" prima di "chiediamo" è casuale? :)

La situazione è differente, in quello che te hai nominato e che si
potrebbe definire il filmato piu' "paranormale"(*) della rete sul quale
dovrebbe indagare il Cicap, da quanto si racconta erano presenti due
individui.

All'epoca, a leggere i newsgroup, specialmente quello di Perugia, tutti
ne parlavano ma nessuno lo aveva visto; poteri della veggenza, per
questo dovrebbe indagare il Cicap :)
Ormai l'eventuale 600quater commesso nel 2001 o 2002 dovrebbe essere
andato in prescrizione, qualcuno forse oggi potrebbe ammettere di averlo
guardato, a meno che il 600quater non colpisca anche i ricordi nella
propria mente :)
Daniele Orlandi
2011-01-27 08:56:54 UTC
Permalink
Post by unilì
Ormai l'eventuale 600quater commesso nel 2001 o 2002 dovrebbe essere
andato in prescrizione, qualcuno forse oggi potrebbe ammettere di averlo
guardato, a meno che il 600quater non colpisca anche i ricordi nella
propria mente :)
Io l'ho guardato... in streaming... quindi non ne sono mai stato in
possesso... dovrei essere a posto, no? :)

Comunque non mi sento un pedofilo.
--
Daniele Orlandi つづく
unilì
2011-01-27 19:12:07 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by unilì
Ormai l'eventuale 600quater commesso nel 2001 o 2002 dovrebbe essere
andato in prescrizione, qualcuno forse oggi potrebbe ammettere di averlo
guardato, a meno che il 600quater non colpisca anche i ricordi nella
propria mente :)
Io l'ho guardato... in streaming... quindi non ne sono mai stato in
possesso... dovrei essere a posto, no? :)
"...consapevolmente si procura o dispone..."

guardare in streaming non fa parte del "disporre"?

Vabbeh.... facciamo cosi'... colpevole ma prescritto. Come l'avvocato
Mills o Andreotti.

:-)
Daniele Orlandi
2011-01-27 21:54:26 UTC
Permalink
Post by unilì
"...consapevolmente si procura o dispone..."
guardare in streaming non fa parte del "disporre"?
Io leggo "si procura o detiene", è stato cambiato l'articolo?
BTW, procurarsi implica il possesso o meno?
Post by unilì
Vabbeh.... facciamo cosi'... colpevole ma prescritto. Come l'avvocato
Mills o Andreotti.
Non è che mi aggradi eh...
--
Daniele Orlandi つづく
Aioe
2011-01-25 21:45:45 UTC
Permalink
Post by Unilì
3) Di nessun reato in quanto lei ha utilizzato se stessa per produrre il
filmato.
questa.
ciascuno ha il diritto di disporre liberamente della propria immagine.
Useless Decoupage
2011-01-26 08:32:14 UTC
Permalink
Post by Aioe
Post by Unilì
3) Di nessun reato in quanto lei ha utilizzato se stessa per produrre il
filmato.
questa.
ciascuno ha il diritto di disporre liberamente della propria immagine.
In un paese civile con cultura ed intelligenza diffusa.

Quindi categoricamente NON in Italia.

Infatti la legge italiana punisce indistintamente anche la produzione,
il possesso e la diffusione di materiale pedopornografico esclusivamente
autoprodotto.
Aioe
2011-01-26 08:58:47 UTC
Permalink
Post by Useless Decoupage
Infatti la legge italiana punisce indistintamente anche la produzione,
il possesso e la diffusione di materiale pedopornografico esclusivamente
autoprodotto.
hai giurisprudenza conforme?

punire il possesso di materiale pedopornografico *autoprodotto* significa
condannare il papà che ha girato il filmino con il figlio, non il figlio in
pose autoerotiche.
Useless Decoupage
2011-01-26 09:05:35 UTC
Permalink
Post by Aioe
Post by Useless Decoupage
Infatti la legge italiana punisce indistintamente anche la produzione,
il possesso e la diffusione di materiale pedopornografico esclusivamente
autoprodotto.
hai giurisprudenza conforme?
Le notizie in rete abbondano. Cerca "pedopornografia materiale
autoprodotto" ad esempio.
Aioe
2011-01-26 09:52:59 UTC
Permalink
Post by Useless Decoupage
Cerca "pedopornografia materiale
autoprodotto" ad esempio.
aspetta.... il produttore di solito *è* un *adulto* che ritrae il minore in
scene o pose erotiche.

a me *non* risultano casi di *minori* imputati per *detenzione* di materiale
pedopornografico girato da loro e con essi stessi come attori.
Daniele Orlandi
2011-01-27 08:31:46 UTC
Permalink
Post by Aioe
a me *non* risultano casi di *minori* imputati per *detenzione* di
materiale pedopornografico girato da loro e con essi stessi come attori.
Per quanto può valere la notizia di un telegiornale (meno di zero) mi
ricordo che a seguito di uno di quei casi in cui quindicenni scambiavano
proprie foto erotiche si ipotizzava anche il reato di produzione e
diffusione di materiale pedopornografico.

Se mi dici che è tutta una bufala io sono anche più tranquillo....
--
Daniele Orlandi つづく
unilì
2011-01-26 20:06:02 UTC
Permalink
Post by Useless Decoupage
Post by Aioe
Post by Useless Decoupage
Infatti la legge italiana punisce indistintamente anche la produzione,
il possesso e la diffusione di materiale pedopornografico esclusivamente
autoprodotto.
hai giurisprudenza conforme?
Le notizie in rete abbondano. Cerca "pedopornografia materiale
autoprodotto" ad esempio.
Ehm... con la caccia alle streghe che c'e' eviterei di fare una ricerca
di quel tipo con google, sia mai che "qualcuno" potrebbe pensare male.
Parsifal
2011-01-26 09:14:36 UTC
Permalink
Il Tue, 25 Jan 2011 20:53:27 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Unilì
Supponiamo che
E' un problema grosso e la scarsa giurisprudenza in proposito non aiuta
affatto a districarlo.
Post by Unilì
-una 14 enne parecchio sveglia, all'età di 14 enni giri un film hardcore
da sola (masturbazione). Nessun altro partecipa alla realizzazione del
film né la aiuta a realizzare il film stesso: fa tutto da se
-lei stessa conservi il filmato senza darlo a nessuno
-raggiunta la maggiore età, lei stessa divulghi il filmato
gratuitamente. Supponiamo che nel filmato sia clamorosamente evidente
che la ragazza sia minorenne (tanto per evitare appigli di questo tipo).
Di quali reati è imputabile la ragazza ormai maggiorenne?
*IMHO* commette il reato di cui al 600-ter, 1° comma dato che la norma è
chiara: "*Chiunque*, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza
esibizioni pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce
minori di anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche è punito
con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da euro 25.822 a euro
258.228 [600-sexies]".
Per la norma non è importante chi sia l'autore (tanto che, in questo caso,
si può quasi parlare di "reato senza vittima"). La ragione è da ricercare
nel fatto che norma è tesa ad impedire la realizzaziomìne di materiale
pedo, infdipendentemente da chi ne sia l'autore.
Post by Unilì
2) del reato 600ter, ma solo quarto comma in quanto non è imputabile per
aver realizzato il filmato in quanto era minorenne quando ha commesso il
fatto.
Chiunque, al di fuori delle ipotesi di cui ai commi primo, secondo e
terzo, offre o cede ad altri, anche a titolo gratuito, il materiale
pornografico di cui al primo comma, è punito con la reclusione fino a
tre anni e con la multa da euro 1.549 a euro 5.164.
Il fatto che fosse mninore al limite potrebbe influire sul quantum della
pena. (NOTA: se lo divulga si applica il III comma non il IV)
Questa ipotesi sarebbe applicabile se il tribunale decidesse che l'utilizzo
deve essere operato da un terzo (valutaizone discutibile) e che
l'autoproduzione non può ricadere sotto il I comma.
Tuttavia tale valutaizone sarebbe, a mio avviso, illogica dato che la
sussistenza del primo comma è condicio sine qua non perché possa parlarsi
del reato di cui al 600-ter.
Post by Unilì
3) Di nessun reato in quanto lei ha utilizzato se stessa per produrre il
filmato. In teoria la legge parla di "utilizzando minori di anni 18" e
non "sfruttamento di minori di anni 18" (nel secondo caso, essendo se
stessa si poteva contestare la mancanza dello sfruttamento), daltronde
pero' molti reati contro la persona non sono reati se il reo e la
persona offesa coincidono (si pensi ad esempio al tentativo di suicidio
che non è puntito come un tentato omicidio).
No, questa tesi è sbagliata in quanto il consenso dell'avente diritto vale
solo in presenza di un diritto disponibile.
Inoltre ci aiuta l'articolo 5 del CC secondo cui gli atti di disposizone
del proprio corpo sono vietati quando contrari alle legge, all'ordine
pubblico o al buon costume.
Post by Unilì
Quale è la risposta giusta? (fermo restando che ovviamente invece chi il
filmato lo scarica si becca un bel 600quater senza passare dal via e
ritirare le 20 mila lire)
No chi lo scarica si rischia un bel 600-ter 3° comma dato che nel 90% dei
casi chi scarica condivide durante il download ;) (ci sarebbe poi da
discutere, ma in questo thread sarebbe OT).

Per rispondere a Francesco, nel caso da te citato l'autore del filmato era
il ragazzo, la ragazzina è stata riconbosciuta come vittima.
Il TdM in I grado assolse il ragazzo perché "non sono ravvisabili i delitti
di pornografia minorile e di pubblicazione o spettacolo osceni
(rispettivamente ex art. 600 ter comma 1 e art. 528 comma 1 c.p.) a carico
del minorenne che, col consenso della compagna minore degli anni diciotto,
registri con videocamera i loro amplessi sessuali, all'esclusivo scopo di
rafforzare il reciproco legame visionando il tutto tra loro due per poi
cancellarlo, ancorché il filmato sia stato poi tradotto in un cd-Rom
diffuso dall'imputato tra i conoscenti di lui e di lei, per diffamare e
minacciare l'ex compagna vendicandosi per aver ella interrotto la
relazione".
La Corte di Appello, sezione per i minorenni, accoglieva però
l'impugnazione e, in riforma della sentenza, dichiarava il ragazzo
colpevole osservando che, nel linguaggio comune, “sfruttare” è sinonimo di
trarre frutto o utile, non necessariamente di tipo economico. Quindi
qualsiasi utilità valeva ad integrare la condotta contestata di cui all'art
600 ter.
In relazione al dolo specifico la Corte riteneva sufficiente la mera
consapevolezza del concreto pericolo di diffusione del materiale
pornografico prodotto.
La Corte di Cassazione, adita dalla difesa, dichiarava il ricorso
inammissibile, ma riteneva opportuno intervenire sulla questione,
osservando che l'elemento oggettivo dell'art. 600 ter c.p., anche
nell'originaria formulazione, non richiedeva l'abitualità e poteva
concretarsi anche in un solo atto.
La Corte riteneva, quindi, corretta la sentenza della Corte di Appello
anche nella parte in cui aveva ritenuto sussistere sia l'elemento oggettivo
(produzione del filmato pornografico e suo riversamento in CD-rom con
successiva distribuzione dello stesso all'interno della scuola), sia quello
soggettivo (volontarietà della condotta assistita dall'intento di
distribuire il CD-rom così prodotto seppur in un ambito inizialmente
limitato, quello della scuola).

Da quanto mi risulta non esistono altri precedenti in materia a parte una
decisione di Chieti, “Il reato non può ritenersi sussistente in presenza di
un consenso libero e consapevole da parte del soggetto il quale, ancorché
minorenne, sia riconosciuto dall'ordinamento penale idoneo a disporre della
propria libertà sessuale" ed una sezione unite del 2000 che, però, non è
rilevante per il quesito posto.
--
Discese dal ventoso Nord con la nave e i compagni,
In cerca di uova mortali deposte da scafi invisibili:
Ne trovò e ne estrasse molte. La pesca finì di botto
Tra le fiamme e un boato noto ai gabbiani attenti.
(R.Kipling Un dragamine al largo di Taranto)
Aioe
2011-01-26 09:55:50 UTC
Permalink
Post by Parsifal
La Corte riteneva, quindi, corretta la sentenza della Corte di Appello
anche nella parte in cui aveva ritenuto sussistere sia l'elemento
oggettivo (produzione del filmato pornografico e suo riversamento in
CD-rom con successiva distribuzione dello stesso all'interno della
scuola), sia quello soggettivo (volontarietà della condotta assistita
dall'intento di distribuire il CD-rom così prodotto seppur in un ambito
inizialmente limitato, quello della scuola).
considera però che gli è stata nei fatti imputata la *distribuzione* a terzi
del materiale pornografico.
Post by Parsifal
Da quanto mi risulta non esistono altri precedenti in materia a parte una
decisione di Chieti, ?Il reato non può ritenersi sussistente in presenza
di un consenso libero e consapevole da parte del soggetto il quale,
ancorché minorenne, sia riconosciuto dall'ordinamento penale idoneo a
disporre della propria libertà sessuale"
a questa facevo riferimento nell'altro post
Parsifal
2011-01-26 11:15:50 UTC
Permalink
Il Wed, 26 Jan 2011 10:55:50 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Parsifal
La Corte riteneva, quindi, corretta la sentenza della Corte di Appello
anche nella parte in cui aveva ritenuto sussistere sia l'elemento
oggettivo (produzione del filmato pornografico e suo riversamento in
CD-rom con successiva distribuzione dello stesso all'interno della
scuola), sia quello soggettivo (volontarietà della condotta assistita
dall'intento di distribuire il CD-rom così prodotto seppur in un ambito
inizialmente limitato, quello della scuola).
considera però che gli è stata nei fatti imputata la *distribuzione* a terzi
del materiale pornografico.
No gli hanno contestato la produzione. QUesto è il capo di imputazione:
1) del delitto di pornografia minorile (art. 600-ter comma 1 c.p.) per
avere sfruttato [...], minore degli anni 18, al fine di realizzare
esibizioni pornografiche e di produrre un c.d.-Rom pornografico;
2) del delitto di pubblicazioni e spettacoli osceni (art. 528 comma 1 c.p.)
per avere, allo scopo di farne commercio e comunque deistribuito, formato,
detenuto e messo in circolazione un c.d.-Rom della durata complessiva di 32
minuti e 44 secondi di contenuto osceno;
Post by Aioe
Post by Parsifal
Da quanto mi risulta non esistono altri precedenti in materia a parte una
decisione di Chieti, ?Il reato non può ritenersi sussistente in presenza
di un consenso libero e consapevole da parte del soggetto il quale,
ancorché minorenne, sia riconosciuto dall'ordinamento penale idoneo a
disporre della propria libertà sessuale"
a questa facevo riferimento nell'altro post
Esatto, ma personalmente non la condivido perché "forza" l'interpretazione
della legge facendo un'analogia (sia pure in bonam partem) laddove non ce
n'é bisogno.
Purtroppo la norma e chiara ed il legislatore ha commesso un grosso errore
di coordinamento (non l'unico, ma uno dei più evidenti).
--
... si ricordino i capitalisti e i padroni che le umane leggi non
permettono di opprimere per utile proprio i bisognosi e gli infelici, e di
trafficare sulla miseria del prossimo. Defraudare poi la dovuta mercede è
colpa così enorme che grida vendetta al cospetto di Dio. (Rerum Novarum)
Aioe
2011-01-26 13:42:24 UTC
Permalink
Post by Parsifal
1) del delitto di pornografia minorile (art. 600-ter comma 1 c.p.) per
avere sfruttato [...], minore degli anni 18, al fine di realizzare
esibizioni pornografiche e di produrre un c.d.-Rom pornografico;
2) del delitto di pubblicazioni e spettacoli osceni (art. 528 comma 1
c.p.) per avere, allo scopo di farne commercio e comunque deistribuito,
formato, detenuto e messo in circolazione un c.d.-Rom della durata
complessiva di 32 minuti e 44 secondi di contenuto osceno;
abbiamo un problema di comunicazione, parliamo di due condotte differenti
:-)

nel caso proposto, si suppene che Tizia, minorenne, *spontaneamente* e *da*
*sola* si riprenda in pose oscene e che divenuta poi *maggiorenne* decida
*di* *sua* *volontà* di pubblicare le riprese.

nel tuo caso, abbiamo Tizio, minorenne, che riprende Caia, minorenne, con il
*suo* *consenso* quindi *distribuisce* il filmato *contro* la volontà della
ragazza.

Osserva che nel primo capo di imputazione gli si contesta la *produzione*
del CD-ROM - cioè la condotta di aver riversato il filmato su CD - e non
l'aver prodotto il filmato in sè.
Quanto al secondo, gli si imputa di aver *distribuito* il CD Rom contenente
il filmato.

La legittimità della condotta di riprendersi non è stato messo in
discussione (e non lo sarebbe stato se la ragazza avesse prestato il
consenso e la cosa fosse stata no-profit)

Nel tuo caso, l'antigiuridicità deriva dalla coartazione della volontà della
ragazza che nell'altro non c'è.
Ancora, se nel primo caso imputassi alla ragazza la produzione o la
distribuzione del *suo* filmato si produrrebbe la strana situazione
processuale di avere un soggetto imputato di un crimine sessuale /contro/
/sè/ /stesso/ che è un controsenso.
Aioe
2011-01-26 13:43:47 UTC
Permalink
Post by Aioe
La legittimità della condotta di riprendersi non è stato messo in
discussione (e non lo sarebbe stato se la ragazza avesse prestato il
consenso e la cosa fosse stata no-profit)
rectius...

ed il fatto non sarebbe stato comunqye penalmente rilevante se la
ragazza....

uffa!
Parsifal
2011-01-26 15:17:48 UTC
Permalink
Il Wed, 26 Jan 2011 14:42:24 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
abbiamo un problema di comunicazione, parliamo di due condotte differenti
:-)
LOL, io mi riferivo alla sentenza del TdM, tu al caso proposto dall'op?
éensavo ti riferissi a quello.
Post by Aioe
Osserva che nel primo capo di imputazione gli si contesta la *produzione*
del CD-ROM - cioè la condotta di aver riversato il filmato su CD - e non
l'aver prodotto il filmato in sè.
Quanto al secondo, gli si imputa di aver *distribuito* il CD Rom contenente
il filmato.
La legittimità della condotta di riprendersi non è stato messo in
discussione (e non lo sarebbe stato se la ragazza avesse prestato il
consenso e la cosa fosse stata no-profit)
Su questo non sono d'accordo, per le ragioni che ho spiegato.
Post by Aioe
Nel tuo caso, l'antigiuridicità deriva dalla coartazione della volontà della
ragazza che nell'altro non c'è.
Ancora, se nel primo caso imputassi alla ragazza la produzione o la
distribuzione del *suo* filmato si produrrebbe la strana situazione
processuale di avere un soggetto imputato di un crimine sessuale /contro/
/sè/ /stesso/ che è un controsenso.
No, è questo l'assurdo della normativa. Il reato non è contro (non è solo
contro) la persona del minore. Ripeto hanno fatto una cappella non
coordianando la 269/98 con la 66/96 ed hanno lasciato un buco puzzolente
nel nostro ordinamento.
--
"Be vewy vewy quiet, I'm hunting wabbits"
Candido
2011-01-26 23:48:15 UTC
Permalink
Post by Aioe
nel caso proposto, si suppene che Tizia, minorenne, *spontaneamente* e *da*
*sola* si riprenda in pose oscene e che divenuta poi *maggiorenne* decida
*di* *sua* *volontà* di pubblicare le riprese.
Dovrebbe mancare lo sfruttamento.
--
Candido
Candido
2011-01-28 18:44:58 UTC
Permalink
Post by Candido
Post by Aioe
nel caso proposto, si suppene che Tizia, minorenne, *spontaneamente* e *da*
*sola* si riprenda in pose oscene e che divenuta poi *maggiorenne* decida
*di* *sua* *volontà* di pubblicare le riprese.
Dovrebbe mancare lo sfruttamento.
Ho scritto una cazzata. La legge non parla più di sfruttamento, ma di
utilizzo, ergo, a rigore, il reato è compiuto.

Probabilmente si tratta di una svista del legislatore, ma tant'è..
--
Candido
Parsifal
2011-01-28 18:55:07 UTC
Permalink
Il Fri, 28 Jan 2011 19:44:58 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Candido
Post by Candido
Post by Aioe
nel caso proposto, si suppene che Tizia, minorenne, *spontaneamente* e *da*
*sola* si riprenda in pose oscene e che divenuta poi *maggiorenne* decida
*di* *sua* *volontà* di pubblicare le riprese.
Dovrebbe mancare lo sfruttamento.
Ho scritto una cazzata. La legge non parla più di sfruttamento, ma di
utilizzo, ergo, a rigore, il reato è compiuto.
Probabilmente si tratta di una svista del legislatore, ma tant'è..
Era "sfrutta" fino al 2006, ma già la cassazione aveva interpretato come
"impiega". nel 2006 la 38 ha modificato con "utilizza".
--
Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno
sprovveduto che non lo sa e la realizza.(Albert Einstein)
unilì
2011-01-28 20:15:19 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Il Fri, 28 Jan 2011 19:44:58 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Candido
Post by Candido
Post by Aioe
nel caso proposto, si suppene che Tizia, minorenne, *spontaneamente* e *da*
*sola* si riprenda in pose oscene e che divenuta poi *maggiorenne* decida
*di* *sua* *volontà* di pubblicare le riprese.
Dovrebbe mancare lo sfruttamento.
Ho scritto una cazzata. La legge non parla più di sfruttamento, ma di
utilizzo, ergo, a rigore, il reato è compiuto.
Probabilmente si tratta di una svista del legislatore, ma tant'è..
Era "sfrutta" fino al 2006, ma già la cassazione aveva interpretato come
"impiega". nel 2006 la 38 ha modificato con "utilizza".
pero' "debolezza scura" è un filmato del 2001 o 2000 mi pare, o
addirittura prima, quindi dovrebbe valere la legge precedente che è
quella piu' favorevole al reo, giusto?
Parsifal
2011-01-28 20:37:43 UTC
Permalink
Il Fri, 28 Jan 2011 21:15:19 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Post by Parsifal
Era "sfrutta" fino al 2006, ma già la cassazione aveva interpretato come
"impiega". nel 2006 la 38 ha modificato con "utilizza".
pero' "debolezza scura" è un filmato del 2001 o 2000 mi pare, o
addirittura prima, quindi dovrebbe valere la legge precedente che è
quella piu' favorevole al reo, giusto?
ROTFL, ci ho messo almeno 30 secondi a capirla e ci sono arrivato mentre
avviavo la wiki per capire di quale film si trattasse.
Si opera il favor rei, ma la cassazione interpretç quello sfrutta in senso
ampio
--
When you're wounded and left on Afghanistan's plains,
And the women come out to cut up what remains,
Jest roll to your rifle and blow out your brains
An' go to your Gawd like a soldier. (R.Kipling - The young british soldier)
Aioe
2011-01-31 13:17:47 UTC
Permalink
Post by Candido
Ho scritto una cazzata. La legge non parla più di sfruttamento, ma di
utilizzo, ergo, a rigore, il reato è compiuto.
no
il concetto di /utilizzo/ presuppone un agente diverso dall'usato pertanto
il 600ter non può comunque configurarsi come reato monosoggettivo come del
resto non è - per analogo motivo - nemmeno quello di sfruttamento della
prostituzione adulta (di cui, infatti, non /può/ rispondere la prostituta
per lo sfruttamento di sè stessa).

questo ng è utile, ripensandoci ho controllato quindi imparato qualcosa
Parsifal
2011-01-31 13:55:22 UTC
Permalink
Il Mon, 31 Jan 2011 14:17:47 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Candido
Ho scritto una cazzata. La legge non parla più di sfruttamento, ma di
utilizzo, ergo, a rigore, il reato è compiuto.
no
il concetto di /utilizzo/ presuppone un agente diverso dall'usato pertanto
il 600ter non può comunque configurarsi come reato monosoggettivo come del
resto non è - per analogo motivo - nemmeno quello di sfruttamento della
prostituzione adulta (di cui, infatti, non /può/ rispondere la prostituta
per lo sfruttamento di sè stessa).
questo ng è utile, ripensandoci ho controllato quindi imparato qualcosa
Sono d'accordo con te; è un'interpretazione a cui non avevo pensato, ma che
mi convince.
--
Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni
malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla.(Albert Einstein)
Daniele Orlandi
2011-01-31 20:01:49 UTC
Permalink
Post by Aioe
il concetto di /utilizzo/ presuppone un agente diverso dall'usato pertanto
il 600ter non può comunque configurarsi come reato monosoggettivo come del
resto non è - per analogo motivo - nemmeno quello di sfruttamento della
prostituzione adulta (di cui, infatti, non /può/ rispondere la prostituta
per lo sfruttamento di sè stessa).
Okay, bene, però non risolve il problema della coppia di diciassettenni che
si riprendono tra loro, o no?

Ciao,
--
Daniele Orlandi つづく
Candido
2011-02-01 00:19:21 UTC
Permalink
Post by Aioe
il concetto di /utilizzo/ presuppone un agente diverso dall'usato pertanto
il 600ter non può comunque configurarsi come reato monosoggettivo
Ci può stare, in effetti avevo in mente il caso dei fidanzatini che si
fotografano a vicenda.
--
Candido
unilì
2011-01-26 20:00:54 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Post by Unilì
Di quali reati è imputabile la ragazza ormai maggiorenne?
*IMHO* commette il reato di cui al 600-ter, 1° comma dato che la norma è
chiara: "*Chiunque*, utilizzando minori degli anni diciotto, realizza
esibizioni pornografiche o produce materiale pornografico ovvero induce
minori di anni diciotto a partecipare ad esibizioni pornografiche è punito
con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da euro 25.822 a euro
258.228 [600-sexies]".
Per la norma non è importante chi sia l'autore (tanto che, in questo caso,
si può quasi parlare di "reato senza vittima"). La ragione è da ricercare
nel fatto che norma è tesa ad impedire la realizzaziomìne di materiale
pedo, infdipendentemente da chi ne sia l'autore.
Una domanda, in questo caso l'onere della prova sull'età
dell'attrice-regista spetta all'accusa o alla difesa (la ragazza
esibizionista)?

La ragazza potrebbe asserire di aver fatto il filmato quando era già
maggiorenne. Certo, se l'età è evidente c'e' poco da difendersi, ma in
caso di situazione incerta a chi spetta dimostrare l'età?

In teoria la ragazza avrebbe potuto mostrare un quotidiano del giorno
all'interno del film, e la data di produzione del filmato sarebbe stata
dimostrata; supponiamo che non lo abbia fatto. In questo caso è il PM
(con i suoi consulenti) a dover dimostrare che la ragazza era minorenne
al momento della realizzazione del filmato, oppure la ragazza indagata
si trova alle prese con l'inversione dell'onere della prova?
Post by Parsifal
Post by Unilì
Quale è la risposta giusta? (fermo restando che ovviamente invece chi il
filmato lo scarica si becca un bel 600quater senza passare dal via e
ritirare le 20 mila lire)
No chi lo scarica si rischia un bel 600-ter 3° comma dato che nel 90% dei
casi chi scarica condivide durante il download ;) (ci sarebbe poi da
discutere, ma in questo thread sarebbe OT).
Discutiamone invece, perche' anche qui' vorrei sapere di chi è l'onere
della prova.
Se l'indagato che usava emule dimostra di avere una leechers mod (per
chi non lo sapesse: una patch di emule un po' da maleducati che ti
consente di scaricare senza condividere niente) e che la stava usando,
non si puo' parlare di 600ter.

Supponendo pero' che l'utente non avesse usato la leechers mod, si
prospettano due possibili scenari:

1) L'utente è stato beccato grazie all'attività di contrasto della
polizia postale che si è messa lei stessa (la poltel) a downloadare i
pedoporno e a controllare gli ip degli utenti dai quali stava
downloadando. In questo caso non c'e' scampo dal 600-ter ; visto che il
600-ter non ha la dicitura "consapevolmente", quindi anche
inconsapevolmente il reato scatta lostesso.
By the way: su questo ci sarebbe da discutere: il filmato perugino, di
cui qualcuno ha parlato, nel titolo non presentava alcun riferimento
all'età dei protagonisti; supponiamo che Tizio metta a scaricare facendo
una ricerca per "porno amatoriale" e EVITANDO DI SCARICARE nomi di files
che facciano pensare a minori di anni 18. La buona fede dell'utente in
questo caso c'e'. Quando l'utente si accorge che il filmato era un
pedoporno, ormai lo ha già condiviso. Per non parlare di quando, sempre
l'utente tizio, scarica un cartone animato ma dentro ci trova un
pedoporno.... visto che il 600-ter non parla di "consapevolmente",
l'utente cosa rischia?

2) L'utente è stato invece beccato per altri motivi, magari perche' a
condividere il pedoporno era la polizia postale stessa (che poi va a
cercare chi lo ha scaricato); non so se questa ipotesi sia possibile in
quanto non so se il 600-quater permette l'attività di contrasto, ma
insomma supponiamo che l'utente sia stato beccato in un modo che non
provi inconfutabilmente il 600-ter cioè la condivisione. Vanno a casa
dell'utente e trovano il file in c:\emule\in\ .
In teoria il file è in condivisione, in pratica non si puo' dimostrare
che qualche utente lo abbia già scaricato da lui. Il solo fatto di
averlo "condiviso" fa scattare il 600-ter, anche se nessuno lo ha
scaricato? Il comma parla di "distribuisce, divulga o pubblicizza"; il
reato scatta con la "messa a disposizione" del materiale o con il fatto
che qualcuno ne usufruisca? (mi ricorda il caso dell'Avv. Mills, se il
reato scattava con la messa a disposizione dei soldi o successivamente)
Se davvero viene punita anche la "pubblicità", allora questo articolo
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=1415 rischia grosso; se
poi i dialoghi sono davvero quelli del film, è la dimostrazione pratica
che lo hanno guardato, quindi un 600quater ci sta tutto; se poi anche la
pubblicità viene punita, rischiano il 600-ter, cosa ne pensi?
Per non parlare di questo articolo
http://guide.supereva.it/glossario_informatico/interventi/2003/01/128117.shtml
mi auguro che la foto sia una foto di repertorio che non c'entri niente
con il video, un po' come quelle che pubblicano i quotidiani col bambino
sotto il tavolo quando si parla di violenza sui minori (ma che
ovviamente non è il bambino violentato), altrimenti se dovesse essere
davvero un fotogramma del video, il 600-quater ce lo vedo tutto e forse
anche il 600-ter per la pubblicità.
Post by Parsifal
La Corte di Cassazione, adita dalla difesa, dichiarava il ricorso
inammissibile, ma riteneva opportuno intervenire sulla questione,
osservando che l'elemento oggettivo dell'art. 600 ter c.p., anche
nell'originaria formulazione, non richiedeva l'abitualità e poteva
concretarsi anche in un solo atto.
La Corte riteneva, quindi, corretta la sentenza della Corte di Appello
anche nella parte in cui aveva ritenuto sussistere sia l'elemento oggettivo
(produzione del filmato pornografico e suo riversamento in CD-rom con
successiva distribuzione dello stesso all'interno della scuola), sia quello
soggettivo (volontarietà della condotta assistita dall'intento di
distribuire il CD-rom così prodotto seppur in un ambito inizialmente
limitato, quello della scuola).
E la sentenza definitiva quale è stata? Si puo' leggere da qualche
parte? Lui poi è finito "dentro" o agli arresti domiciliari?
Parsifal
2011-01-26 21:31:11 UTC
Permalink
Il Wed, 26 Jan 2011 21:00:54 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Una domanda, in questo caso l'onere della prova sull'età
dell'attrice-regista spetta all'accusa o alla difesa (la ragazza
esibizionista)?
All'accusa.
Post by unilì
Post by Parsifal
No chi lo scarica si rischia un bel 600-ter 3° comma dato che nel 90% dei
casi chi scarica condivide durante il download ;) (ci sarebbe poi da
discutere, ma in questo thread sarebbe OT).
Discutiamone invece, perche' anche qui' vorrei sapere di chi è l'onere
della prova.
In teoria all'accusa.
Post by unilì
Se l'indagato che usava emule dimostra di avere una leechers mod (per
chi non lo sapesse: una patch di emule un po' da maleducati che ti
consente di scaricare senza condividere niente) e che la stava usando,
non si puo' parlare di 600ter.
Sarebbe a posto, ma in genere li beccano in fase di upload, quindi hai in
mano le prove che stava condividendo.
Post by unilì
1) L'utente è stato beccato grazie all'attività di contrasto della
polizia postale che si è messa lei stessa (la poltel) a downloadare i
pedoporno e a controllare gli ip degli utenti dai quali stava
downloadando. In questo caso non c'e' scampo dal 600-ter ; visto che il
600-ter non ha la dicitura "consapevolmente", quindi anche
inconsapevolmente il reato scatta lostesso.
Non è attività di contrasto ex 14 quella svolta sul P2P.
Post by unilì
By the way: su questo ci sarebbe da discutere: il filmato perugino, di
cui qualcuno ha parlato, nel titolo non presentava alcun riferimento
all'età dei protagonisti; supponiamo che Tizio metta a scaricare facendo
una ricerca per "porno amatoriale" e EVITANDO DI SCARICARE nomi di files
che facciano pensare a minori di anni 18. La buona fede dell'utente in
questo caso c'e'. Quando l'utente si accorge che il filmato era un
Esatto. Non sai che discussioni sul punto in dibattimento.
Post by unilì
pedoporno, ormai lo ha già condiviso. Per non parlare di quando, sempre
l'utente tizio, scarica un cartone animato ma dentro ci trova un
pedoporno.... visto che il 600-ter non parla di "consapevolmente",
l'utente cosa rischia?
Con un bravo avvocato (ed un bravo consulente) in linea di massima nulla (a
parte il processo che è comunque una bella rottura di @@). Se gli va di
lusso se la cava con il sequestro.
Post by unilì
2) L'utente è stato invece beccato per altri motivi, magari perche' a
condividere il pedoporno era la polizia postale stessa (che poi va a
cercare chi lo ha scaricato); non so se questa ipotesi sia possibile in
quanto non so se il 600-quater permette l'attività di contrasto,
no.
Post by unilì
insomma supponiamo che l'utente sia stato beccato in un modo che non
provi inconfutabilmente il 600-ter cioè la condivisione. Vanno a casa
dell'utente e trovano il file in c:\emule\in\ .
in sta per incoming?
Allora son uccelli per diabetici, perché lì condividi tutto.
Post by unilì
In teoria il file è in condivisione, in pratica non si puo' dimostrare
che qualche utente lo abbia già scaricato da lui. Il solo fatto di
E le statistiche dove le metti? Ti posso dimostrare che l'hai condivido e
quante volte è stato scaricato.
Post by unilì
averlo "condiviso" fa scattare il 600-ter, anche se nessuno lo ha
scaricato? Il comma parla di "distribuisce, divulga o pubblicizza"; il
In linea di massima sì, ma ribadisco che provare l'upload di un file è cosa
piuttosto facile.
Ho un po' di esperienza (su entrambi i fronti) di p2p e posso dirti che in
genere non è difficile per un buon consulente dimostrare la condivisione
del file (ad onor del vero di solito ti trovi già la pappa pronta perché ci
ha pensato la polpost e tu devi solo controllare i dati.
Post by unilì
Se davvero viene punita anche la "pubblicità", allora questo articolo
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=1415 rischia grosso; se
poi i dialoghi sono davvero quelli del film, è la dimostrazione pratica
che lo hanno guardato, quindi un 600quater ci sta tutto; se poi anche la
pubblicità viene punita, rischiano il 600-ter, cosa ne pensi?
Si tratta di un giornale, non lo pubblicizza ne parla. E' comuqnue
scriminato dall'esercizio di un diritto (diritto di cronaca).
Certo che un post del genere in un gruppo potrebbe essere utilizzato per
provare la visione del film, ma bada bene, secondo parte della
giurisprudenza (che io non condivido) la semplice visione senza materiale
acquisizione non costituisce reato.
I 600-ter e quater sono un vero ginepraio.
Post by unilì
Per non parlare di questo articolo
http://guide.supereva.it/glossario_informatico/interventi/2003/01/128117.shtml
mi auguro che la foto sia una foto di repertorio che non c'entri niente
non è di repertorio e sì, imho hanno fatto una grossa leggerezza (anche se
il viso non è visibile) soprattutto per quanto riguarda la violazione della
carta di autoregolamrentazione media e minori.
Post by unilì
E la sentenza definitiva quale è stata? Si puo' leggere da qualche
parte? Lui poi è finito "dentro" o agli arresti domiciliari?
La Corte di appello di Perugia, sezione per i minorenni, in riforma della
sentenza emessa dal Tribunale per i Minorenni di Perugia dichiarava il
ragazzo colpevole dei delitti di cui ai capi 1) e 2) della rubrica e,
concesse le circostanze attenuanti generiche e la diminuente della minore
età, ravvisata la continuazione tra tutti i delitti ed escluso il perdono
giudiziale, lo condannava alla pena di anni due, mesi nove di reclusione ed
Euro 14.000 di multa. Concedeva il beneficio della sospensione condizionale
dell'esecuzione della pena; ordinava la confisca e la conseguente
distruzione del materiale pornografico in giudiziale sequestro.

Quindi il ragazzo si è preso 2 anni e 9 mesi di reclusione con sospensione
condizionale della pena.
--
Bisogna seminare un carattere per raccogliere un destino. (Romano
Battaglia)
unilì
2011-01-26 22:07:52 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Il Wed, 26 Jan 2011 21:00:54 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Una domanda, in questo caso l'onere della prova sull'età
dell'attrice-regista spetta all'accusa o alla difesa (la ragazza
esibizionista)?
All'accusa.
Lo avevo chiesto per vari motivi.

1) Anni fa mi sembrava di ricordare di aver letto la volontà di punire
filmati porno con maggiorenni "anche se sembrano minori" e addirittura
punire la pedopornografia virtuale (cioè filmati realizzati in computer
graphics); in quest'ultimo caso, come si fa a parlare di "minori di anni
18" se il soggetto non esiste ma è il frutto di una grafica 3d animata?
Ora al di là della situazione limite della pedopornografia virtuale, la
questione dell'onere della prova è importante perche' riguarda tutti
quei filmati borderline anche professionali con attrici giovani, di
solito ovviamente maggiorenni, ma della cui maggiore età non c'e' certezza.
Di una pornostar giovane, anche professionista, si potrebbe dalle
immagini non avere la certezza dei 18 anni. Certo se è famosa e si sa
chi è, il problema è risolto, ma se non lo fosse ci si potrebbe
ritrovare in situazioni spiacevoli.
Se io compro un dvd o una videocassetta porno, sopra c'e' scritto chi è
la casa che lo ha prodotto, quindi vadano da loro a controllare; se LO
STESSO FILM lo scarico da emule o da youporn, se l'attrice è giovane,
qualcuno potrebbe contestare un 600-quater?

Viceversa, se l'onere della prova spetta all'accusa, anche nel caso di
VERI film realizzati con minorenni, se la ragazza ha comunque raggiunto
la maturità sessuale (che so... 16 o 17 anni) ed è una sconosciuta, come
fa l'accusa a dimostrare che è minorenne? (perche' è l'accusa, vero che
deve dimostrarlo?)
Post by Parsifal
Post by unilì
1) L'utente è stato beccato grazie all'attività di contrasto della
polizia postale che si è messa lei stessa (la poltel) a downloadare i
pedoporno e a controllare gli ip degli utenti dai quali stava
downloadando. In questo caso non c'e' scampo dal 600-ter ; visto che il
600-ter non ha la dicitura "consapevolmente", quindi anche
inconsapevolmente il reato scatta lostesso.
Non è attività di contrasto ex 14 quella svolta sul P2P.
Allora mi sbaglio sul nome: come si chiama l'attività che fa la poltel
quando si mette online magari con un client emule modificato ad hoc per
scaricare e controllare il netstat durante lo scaricamento e individuare
chi sta inviando?
Post by Parsifal
Post by unilì
By the way: su questo ci sarebbe da discutere: il filmato perugino, di
cui qualcuno ha parlato, nel titolo non presentava alcun riferimento
all'età dei protagonisti; supponiamo che Tizio metta a scaricare facendo
una ricerca per "porno amatoriale" e EVITANDO DI SCARICARE nomi di files
che facciano pensare a minori di anni 18. La buona fede dell'utente in
questo caso c'e'. Quando l'utente si accorge che il filmato era un
Esatto. Non sai che discussioni sul punto in dibattimento.
Come è finita per chi lo ha scaricato? Qualcuno è stato condannato?

Io posso raccontare l'esperienza di un tipo che conosco (è davvero un
tipo che conosco, non "mio cuggino") che lo scaricò e (scemo) se lo
archivio' su video cd. Dopo diversi mesi subi' un sequestro per
tutt'altri motivi (pirateria informatica, defacing, hackeraggi vari);
ricordo che si cacava sotto perche' tra il materiale sequestrato disse
che gli presero anche quel cd.
Con sorpresa glielo restituirono e nella perizia risultò come "video cd"
generico.

Posso formulare alcune possibilità:

1) Quando hanno visto che era un video cd e quindi non correlabile ai
reati in questione (pirateria, hacking ecc) non hanno controllato il
contenuto del filmato.
In effetti lo stesso sequestro è stato fatto con scrupolo: lui aveva a
casa un secondo computer e dimostro', fattura alla mano, che aveva
comprato quel secondo computer in data successiva al reato e quindi non
glielo sequestrarono in quanto non poteva essere correlato al reato.
Devo dire che è stato un metodo di indagine onesto e garantista e non,
come a volte immaginiamo, che loro vengono pensando "intanto andiamo a
sequestrare tutto, poi tanto qualcosa per incularlo si trova, magari una
copia di office senza licenza".

2) Il perito ha visto il filmato che era un porno, ma non ha fatto caso
che la tipa potrebbe essere minorenne (ingenuità?)

3) Il perito ha visto il filmato, ma visto che il tipo era indagato per
tutt'altro e che il filmato era solo quello e nessun'altro dello stesso
tipo, "gli hanno voluto bene" e hanno chiuso un occhio.
Post by Parsifal
Post by unilì
pedoporno, ormai lo ha già condiviso. Per non parlare di quando, sempre
l'utente tizio, scarica un cartone animato ma dentro ci trova un
pedoporno.... visto che il 600-ter non parla di "consapevolmente",
l'utente cosa rischia?
Con un bravo avvocato (ed un bravo consulente) in linea di massima nulla (a
lusso se la cava con il sequestro.
Piu' che il processo, la cosa temibile è il sequestro.

Con tutto il lavoro perso, e soprattutto i vicini di casa che vedono la
polizia postale che ti sequestra il pc e al TG delle 13 sentono dire
"sgominata banda di pedofili, sequestri i computer in tutta Italia"

E pensano che "il mostro" viva nel loro condominio.
Post by Parsifal
La Corte di appello di Perugia, sezione per i minorenni, in riforma della
sentenza emessa dal Tribunale per i Minorenni di Perugia dichiarava il
ragazzo colpevole dei delitti di cui ai capi 1) e 2) della rubrica e,
concesse le circostanze attenuanti generiche e la diminuente della minore
età, ravvisata la continuazione tra tutti i delitti ed escluso il perdono
giudiziale, lo condannava alla pena di anni due, mesi nove di reclusione ed
Euro 14.000 di multa. Concedeva il beneficio della sospensione condizionale
dell'esecuzione della pena; ordinava la confisca e la conseguente
distruzione del materiale pornografico in giudiziale sequestro.
Quindi il ragazzo si è preso 2 anni e 9 mesi di reclusione con sospensione
condizionale della pena.
Ma la condizionale non era al massimo di 2 anni, o 2 anni e 6 mesi per i
piu' giovani?

Comunque gli è andata di lusso, essendo stato l'autore (e forse il
distributore) del filmato.

Immagino che per chi lo ha scaricato sia finita a tarallucci e vino
(sempre che in casa di questi ultimi non abbiano trovato dvd-r pieni di
roba scottante archiviata, e allora sono uccelli per diabetici)... o no?
Parsifal
2011-01-27 08:25:59 UTC
Permalink
Il Wed, 26 Jan 2011 23:07:52 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Post by Parsifal
All'accusa.
Lo avevo chiesto per vari motivi.
1) Anni fa mi sembrava di ricordare di aver letto la volontà di punire
filmati porno con maggiorenni "anche se sembrano minori" e addirittura
punire la pedopornografia virtuale (cioè filmati realizzati in computer
graphics); in quest'ultimo caso, come si fa a parlare di "minori di anni
18" se il soggetto non esiste ma è il frutto di una grafica 3d animata?
Art.600-quater-1. Pornografia virtuale. Una perla (che poi l'idea non
sarebbe sbagliata, ma hanno cannato la formulaizone e l'inserimento).
Post by unilì
Ora al di là della situazione limite della pedopornografia virtuale, la
questione dell'onere della prova è importante perche' riguarda tutti
quei filmati borderline anche professionali con attrici giovani, di
solito ovviamente maggiorenni, ma della cui maggiore età non c'e' certezza.
Pornografia virtiale significa (dovrebbe significare) senza protagonisti
umani, detto questo
Post by unilì
Di una pornostar giovane, anche professionista, si potrebbe dalle
immagini non avere la certezza dei 18 anni. Certo se è famosa e si sa
chi è, il problema è risolto, ma se non lo fosse ci si potrebbe
ritrovare in situazioni spiacevoli.
Se io compro un dvd o una videocassetta porno, sopra c'e' scritto chi è
la casa che lo ha prodotto, quindi vadano da loro a controllare; se LO
STESSO FILM lo scarico da emule o da youporn, se l'attrice è giovane,
qualcuno potrebbe contestare un 600-quater?
in queste situazioni io faccio riferimento al "giustificato affidamento".
Mi spiego, se il filmato\immagine proviene da un sito di pornografia
(magari uno dei tanti siti "barely legal", ma con l'avviso "tutte le
modelle hanno più di 18 anni") è logico ritenere che l'utente abbia fatto
un giustificato affidamento sulla liceità del materiale.
Allo stesso modo, se scarica da emule un film porno con un titolo tipo "le
casalingue", ci trova un pedoporno e lo cancella subito (e si puà
verificare).
Se invece si scarica il filmato borderline da un sito chiaramente pedo,
imho, non ci son santi: l'ha acquisito volontariamente.
Allo stesso modo se si scarica un porno con un titolo equivoco o, peggio
ancora, chiaramente pedo.
Post by unilì
Post by Parsifal
Non è attività di contrasto ex 14 quella svolta sul P2P.
Allora mi sbaglio sul nome: come si chiama l'attività che fa la poltel
quando si mette online magari con un client emule modificato ad hoc per
scaricare e controllare il netstat durante lo scaricamento e individuare
chi sta inviando?
Indagini. Fino a non molto tempo fa si riteneva fosse attività di contrasto
ex 14 lex 269/98, il che implicava una caterva di autorizzazioni.
Oggi la cassazione ha chiarito che non lo è.
Post by unilì
Post by Parsifal
Esatto. Non sai che discussioni sul punto in dibattimento.
Come è finita per chi lo ha scaricato? Qualcuno è stato condannato?
Che io sappia ci sono state un sacco di condanne (prevalentemente
patteggiamenti), ma non ho delle statistiche precise su quel filmato.
Post by unilì
Io posso raccontare l'esperienza di un tipo che conosco (è davvero un
tipo che conosco, non "mio cuggino") che lo scaricò e (scemo) se lo
archivio' su video cd. Dopo diversi mesi subi' un sequestro per
tutt'altri motivi (pirateria informatica, defacing, hackeraggi vari);
ricordo che si cacava sotto perche' tra il materiale sequestrato disse
che gli presero anche quel cd.
Con sorpresa glielo restituirono e nella perizia risultò come "video cd"
generico.
Ha avuto un gran cuBo.
Di solito chi era implicato in giri di pirateria (soprattutto
vendo\scambio) aveva quel CD perché era un pezzo che andava molto.
Personalmente era una delle prime cose che verificavo.
Post by unilì
1) Quando hanno visto che era un video cd e quindi non correlabile ai
reati in questione (pirateria, hacking ecc) non hanno controllato il
contenuto del filmato.
Male... aspé definisci "pirateria", mi sa che parliamo di due cose diverse.
Post by unilì
In effetti lo stesso sequestro è stato fatto con scrupolo: lui aveva a
casa un secondo computer e dimostro', fattura alla mano, che aveva
comprato quel secondo computer in data successiva al reato e quindi non
glielo sequestrarono in quanto non poteva essere correlato al reato.
Uhm, sono sempre più convinto che con "pirateria" non parli diu violaizoni
alla 633/41 perché in quel caso il secondo PC avrebbe potuto essere
ritenuto "prodotto o profitto del reato". Dipende poi da quanto tempo dopo
il fatto fecero il sequestro e di che tipo di sequestro si trattasse.
Post by unilì
Devo dire che è stato un metodo di indagine onesto e garantista e non,
come a volte immaginiamo, che loro vengono pensando "intanto andiamo a
sequestrare tutto, poi tanto qualcosa per incularlo si trova, magari una
copia di office senza licenza".
Si, quello è un falso mito.
Di solito si cerca di cagionare il minor danno possibile, ma devo dire che
non sequestarndo quel PC si son presi un bella responsabilità, ma è
difficile valutarlo non conoscendo gli atti ed il reato per cui
procedevano.
Post by unilì
2) Il perito ha visto il filmato che era un porno, ma non ha fatto caso
che la tipa potrebbe essere minorenne (ingenuità?)
Potrebbe essere, non dovrebbe accadere, ma ci sta.
Post by unilì
3) Il perito ha visto il filmato, ma visto che il tipo era indagato per
tutt'altro e che il filmato era solo quello e nessun'altro dello stesso
tipo, "gli hanno voluto bene" e hanno chiuso un occhio.
Difficile, anche perché in quel caso lo avrebbero comunque dovuto
confiscare (mica puoi lasciare in giro un CD pedoporno per bontà d'animo).
Personalmente ritengo più probabile il contarrio (indago per pedoporno e
chiudo un occhio su un office\windows naif), ma vedo difficile ignorare un
600-quater.
Post by unilì
Piu' che il processo, la cosa temibile è il sequestro.
Si, anche perché quello (condannato o assolto) ti tocca comunque.
Post by unilì
Con tutto il lavoro perso, e soprattutto i vicini di casa che vedono la
polizia postale che ti sequestra il pc e al TG delle 13 sentono dire
"sgominata banda di pedofili, sequestri i computer in tutta Italia"
Esatto. In genere si cerca di dare nell'occhio il meno pssibile (o si
dovrebbe cercare di), ma non sempre è possibile.
C'è da dire che se le indagini son fatte bene vai a colpo sicuro, quindi
non causi vittime innocenti, ma purtroppo a volte capita.
Personalomente devo dire che nei casi che mi sono capitati ho sempre visto
la polpost muoversi in mnaiera molto professionale e discreta.
Post by unilì
Post by Parsifal
Quindi il ragazzo si è preso 2 anni e 9 mesi di reclusione con sospensione
condizionale della pena.
Ma la condizionale non era al massimo di 2 anni, o 2 anni e 6 mesi per i
piu' giovani?
Per i minori è 3 anni.
Post by unilì
Comunque gli è andata di lusso, essendo stato l'autore (e forse il
distributore) del filmato.
Immagino che per chi lo ha scaricato sia finita a tarallucci e vino
(sempre che in casa di questi ultimi non abbiano trovato dvd-r pieni di
roba scottante archiviata, e allora sono uccelli per diabetici)... o no?
Anche lì diupende dal PM e, effettivamente, da quanto altro hanno trovato.
Tieni presente comunque che un 600-quater difficilmente si va dentro.
--
Contrordine compagni! La frase pubblicata sull'Unità: "Bisogna fare opera
di rieducazione dei compagni insetti", contiene un errore di stampa e
pertanto va letta: "Bisogna fare opera di rieducazione dei compagni
inetti." (dal Candido, 31 gennaio 1954)
Alex sbr
2011-01-27 16:48:32 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Allo stesso modo se si scarica un porno con un titolo equivoco o,
peggio ancora, chiaramente pedo.
Bhe, riguardo al nome, sui circuiti di file sharing ho visto appicciare il
termine "teen" pure a spezzoni di film di Eva Orlowsky, che ha inizato a
fare film porno che aveva quasi 30 anni...

Ao Alex
Parsifal
2011-01-27 17:15:33 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 17:48:32 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Alex sbr
Post by Parsifal
Allo stesso modo se si scarica un porno con un titolo equivoco o,
peggio ancora, chiaramente pedo.
Bhe, riguardo al nome, sui circuiti di file sharing ho visto appicciare il
termine "teen" pure a spezzoni di film di Eva Orlowsky, che ha inizato a
fare film porno che aveva quasi 30 anni...
Teen *non* è un termine equivoco.
--
Se il destino è contro di noi, peggio per lui.
unilì
2011-01-27 18:56:21 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Teen *non* è un termine equivoco.
e, nel non essere equivoco, da quale parte della barricata sta?

Perche' anche i siti porno "ufficiali" e legali hanno intere sezioni
denominate "teen"
Parsifal
2011-01-27 20:57:23 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 19:56:21 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Post by Parsifal
Teen *non* è un termine equivoco.
e, nel non essere equivoco, da quale parte della barricata sta?
Quella giusta
Post by unilì
Perche' anche i siti porno "ufficiali" e legali hanno intere sezioni
denominate "teen"
Appunto, ti sei risposto da solo. ;)
--
Ash nazg durbatuluk, ash nazg gimbatul, ash nazg thrakatuluk
agh burzum-ishi krimpatul.
J.R.R. Tolkien
Alex sbr
2011-01-27 22:35:05 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Post by Alex sbr
Bhe, riguardo al nome, sui circuiti di file sharing ho visto
appicciare il termine "teen" pure a spezzoni di film di Eva
Orlowsky, che ha inizato a fare film porno che aveva quasi 30 anni...
Teen *non* è un termine equivoco.
Beh, "teen" come termine per fare esempio, potrebbe essere "young",
"schoolgirl", ecc... o quelle strane sequenze di lettere che a volte
compiono a fianco di file dal nome palesemente pedo (e da cui chi e' un
minimo sveglio capisce che e' meglio tenersi alla larga anche senza bisogno
di averne scaricati per sbaglio) che pero' vengono a volte appiccicate anche
ai porno commerciali o anche ai semplici video di atricette e showgirl
varie.

A volte ho visto file (una volta pure una distro di linux rinominata come
file video) sharati da decine di persone con il nome corretto, ma con una
manciata di condivisori che per motivi misteriosi (essere piu'
rintracciabili nelle ricerche? bho) li rinominavano aggiungendo termini come
quelli di sopra o simili (a volte con risultati involontariamente comici,
tipo "milf college schoolgirl", con milf che normalmente indica le ultra
quarantenni). Se uno li mette in download da quelle persone (perche' magari
sono i primi nomi restituiti dalla ricerca) e non pensa a rinominarli (es,
cerca "documentazione" su Moana e invece di "Cicciolina e Moana ai mondiali"
si ritrova a sharare "Cicciolina e Moana ai mondiali young teen girlfriend
fdkgfrengfer1234 qualcos'altro di osceno"), pur non essendo pedoporno,
immagino rischi comunque di ritrovarsi segnalato da chi effettua ricerche su
quei termini per beccare veri prono-pedofili (magari non dalla postale, che
spero faccia le cose piu' seriamente, ma da una delle tante associazioni
attive nel campo)

Ao Alex
Parsifal
2011-01-28 08:40:23 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 23:35:05 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Alex sbr
Post by Parsifal
Teen *non* è un termine equivoco.
Beh, "teen" come termine per fare esempio, potrebbe essere "young",
"schoolgirl", ecc... o quelle strane sequenze di lettere che a volte
E' difficile spiegare, ma posso assicurarti che, salvo grossolani errori,
teen indica materiale legale.
schoolgirl potrebbe essere equivoco, ma IMHO non rilevante dato che di
"studentesse vogliose" è pieno il porno ed anche la pommedia pecoreccia
italiana.
Post by Alex sbr
compiono a fianco di file dal nome palesemente pedo (e da cui chi e' un
minimo sveglio capisce che e' meglio tenersi alla larga anche senza bisogno
di averne scaricati per sbaglio) che pero' vengono a volte appiccicate anche
ai porno commerciali o anche ai semplici video di atricette e showgirl
varie.
Vero. Generalmente trovi falsi video pedoporno, ma è assai rari (non
impossibile, però) trovare pedoporno con nomi "leciti".
Post by Alex sbr
A volte ho visto file (una volta pure una distro di linux rinominata come
file video) sharati da decine di persone con il nome corretto, ma con una
[...]
Post by Alex sbr
si ritrova a sharare "Cicciolina e Moana ai mondiali young teen girlfriend
fdkgfrengfer1234 qualcos'altro di osceno"), pur non essendo pedoporno,
immagino rischi comunque di ritrovarsi segnalato da chi effettua ricerche su
quei termini per beccare veri prono-pedofili (magari non dalla postale, che
spero faccia le cose piu' seriamente, ma da una delle tante associazioni
attive nel campo)
Quello è possibile, ma la postale sul p2p lavora in maniera eccellente.
Anche dopo una segnalazione eseguono accurate indagini, mica fanno una
perqui solo perché gli è arrivata una segnalazione da parte di XY.
--
Windows mi da' quella sensazione di Indiana Jones che Linux non penso
mi dara' mai, l'oscura impressione di avere una legione di thugs alle
calcagna e di non sapere se riusciro' a portare a casa la pelle.
(Leonardo Serni)
unilì
2011-01-27 18:34:46 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Post by unilì
1) Quando hanno visto che era un video cd e quindi non correlabile ai
reati in questione (pirateria, hacking ecc) non hanno controllato il
contenuto del filmato.
Male... aspé definisci "pirateria", mi sa che parliamo di due cose diverse.
Scusa, effettivamente la mia definizione di "pirateria" era incorretta.
Non si tratta di "pirateria" come violazione del diritto d'autore, ma
hacking informatico.
Questo tipo ha hackerato i server di un internet provider entrando
dentro e girellando per i server.
Loro lo hanno querelato (poi ci ha pensato la polizia postale a risalire
a lui) e, stronzi, hanno aggiunto nella querela che lui avrebbe
cancellato alcune email dei clienti.
Questo probabilmente è falso (cosi' lui mi ha detto, ho motivo di
crederci perche' non avrebbe avuto motivo di cancellare email) ma il
motivo per cui ce l'hanno messo e' che la distruzione della
corrispondenza altrui è un reato, giusto per potenziare l'accusa, per
vendetta e magari per chiedere un risarcimento danni in sede civile.
Da quello che ricordo, se trovava materiale interessante, tipo db
contenenti carte di credito dei clienti lo scaricava, ma non ha mai
cancellato nulla, tantomeno email, guarda caso lo hanno accusato di aver
cancellato email (e non altri files) proprio perche' costituisce un
reato a se.
Per carità, non che non abbia fatto cose gravi, pero' mi viene il
sospetto che abbiano voluto calunniarlo piu' del reato vero.

Non ha mai fatto scambio di materiale copyright, non quel tipo di
"pirateria" quindi ma solo hacking informatico.

La polizia postale è arrivata su querela della società offesa.

Probabilmente ha sequestrato il pc per vedere se c'erano tools di
hacking (exploit, ecc) e materiale downloadato dai server hackerati.

E' probabile che trovando un cd contenente un video cd abbiano pensato
che "non è possibile che contenga materiale utile all'hackeraggio" in
quanto trattasi di un video e non l'abbiano neanche fatto partire?

O magari il cd risultava video cd, hanno provato a farlo partire e per
puro CU*O era danneggiato e il filmato non partiva?

Che io sappia la conversione in videocd se l'era fatta da solo quindi un
eventuale confronto del checksum con un db di checksum noti avrebbe dato
esito negativo.
Parsifal
2011-01-27 21:08:38 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 19:34:46 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Post by Parsifal
Male... aspé definisci "pirateria", mi sa che parliamo di due cose diverse.
Scusa, effettivamente la mia definizione di "pirateria" era incorretta.
L'avevo intuito ;)
Post by unilì
Non si tratta di "pirateria" come violazione del diritto d'autore, ma
hacking informatico.
Hacking o cracking?
Post by unilì
Questo tipo ha hackerato i server di un internet provider entrando
dentro e girellando per i server.
Loro lo hanno querelato (poi ci ha pensato la polizia postale a risalire
a lui) e, stronzi, hanno aggiunto nella querela che lui avrebbe
cancellato alcune email dei clienti.
Questo probabilmente è falso (cosi' lui mi ha detto, ho motivo di
crederci perche' non avrebbe avuto motivo di cancellare email) ma il
motivo per cui ce l'hanno messo e' che la distruzione della
corrispondenza altrui è un reato, giusto per potenziare l'accusa, per
vendetta e magari per chiedere un risarcimento danni in sede civile.
Potrebbe anche darsi che firellando ha fatto qualche danno, ma non lo
possiamo sapere.
Post by unilì
Da quello che ricordo, se trovava materiale interessante, tipo db
contenenti carte di credito dei clienti lo scaricava, ma non ha mai
cancellato nulla, tantomeno email, guarda caso lo hanno accusato di aver
Nemmeno i log di accesso? E' un tipo amante del rischio.
Post by unilì
cancellato email (e non altri files) proprio perche' costituisce un
reato a se.
Anche se avesse cancellato altri file sarebbe stato reato a sé, un altro
reato.
Post by unilì
Per carità, non che non abbia fatto cose gravi, pero' mi viene il
sospetto che abbiano voluto calunniarlo piu' del reato vero.
Non so, i pare starno. L'accesso abusivo al server di un ISP è, già da solo
punito con la reclusione da 1 a 5 anni (ma scommetto che gli hanno
contestato l'aggravante di cui alla lettera 3), quindi da 3 a 8 anni.
Aggiungi la presa cognizione della corrispondenza vedi che non avrebbero
avuto ragione di rischiare inventandosi un altro reato.
E' probabile che loro credano che le abbiadistrutte (o che effettivamente
lo abbia fatto, magari per errore).
Post by unilì
Non ha mai fatto scambio di materiale copyright, non quel tipo di
"pirateria" quindi ma solo hacking informatico.
La polizia postale è arrivata su querela della società offesa.
Chiaro
Post by unilì
Probabilmente ha sequestrato il pc per vedere se c'erano tools di
hacking (exploit, ecc) e materiale downloadato dai server hackerati.
E' probabile che trovando un cd contenente un video cd abbiano pensato
che "non è possibile che contenga materiale utile all'hackeraggio" in
quanto trattasi di un video e non l'abbiano neanche fatto partire?
Probabile (Ache se io il video l'averei guardato tutto, non sai quante
belle cosine si possono nascondere su un CD\DVD che sembra contenere un
video...
Post by unilì
O magari il cd risultava video cd, hanno provato a farlo partire e per
puro CU*O era danneggiato e il filmato non partiva?
E' un'ipotesi come un'altra.
Post by unilì
Che io sappia la conversione in videocd se l'era fatta da solo quindi un
eventuale confronto del checksum con un db di checksum noti avrebbe dato
esito negativo.
Dubito che passino i video Cd al check, troppo lavoro per fare qualcosa che
fai prima a fare ad occhio nudo.
--
"Molti tra i vivi meritano la morte. E parecchi che sono morti avrebbero
meritato la vita. Sei forse tu in grado di dargliela? E allora non essere
troppo generoso nel distribuire la morte nei tuoi giudizi: sappi che
nemmeno i più saggi possono vedere tutte le conseguenze". (J.R.R. Tolkien)
Unilì
2011-01-29 22:37:02 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Non so, i pare starno. L'accesso abusivo al server di un ISP è, già da solo
punito con la reclusione da 1 a 5 anni (ma scommetto che gli hanno
contestato l'aggravante di cui alla lettera 3), quindi da 3 a 8 anni.
Aggiungi la presa cognizione della corrispondenza vedi che non avrebbero
avuto ragione di rischiare inventandosi un altro reato.
E' probabile che loro credano che le abbiadistrutte (o che effettivamente
lo abbia fatto, magari per errore).
Puo' darsi tutto, lui cercava cmq di lasciare meno tracce possibili, non
aveva motivo di creare del casino;

a proposito di pedopornografia, visto che da quello che ho capito hai
fatto il consulente (anche se non so se della difesa o dell'accusa), per
curiosità, posso chiederti quanto segue (se non puoi rispondere non importa)

-nei casi con cui hai lavorato ti sei trovato di fronte a materiale
foto/video "pedoporno soft", cioè magari minorenni consenzienti ma che
hanno raggiunto la maturità sessuale, un po' come l'ormai già discusso
filmato "energia luminosa" (tanto per usare un'altro pseudonimo) oppure
ti sei trovato di fronte anche a immagini *RACCAPRICCIANTI*? (non c'e'
bisogno di entrare nel dettaglio, tanto hai già capito cosa intendo)

-nel caso in cui tu abbia avuto a che fare con entrambi i tipi di
materiale, sebbene la legge li tratti allo stesso modo, hai riscontrato
un'abitudine a differenziare la pena per i due tipi di materiale oppure
sotto i 18 anni entrano tutti nell'unico calderone? come si sono
comportati i PM e i giudici?

-quanto è facile o difficile, scaricando con emule dei film *normali*
(non porno) incappare in materiale pedoporno soft, o peggio, quello
raccapricciante, mimetizzato sotto il nome di un film mainstream, magari
in voga in quel momento?

-qualora capitasse di incappare per errore in un pedoporno, è meglio
correre alla Poltel e segnalare la cosa o cancellarlo immediatamente ma
fare finta di nulla? entrambe le soluzioni infatti presentano dei
rischi; pensa: come faccio a dichiarare, in un verbale di denuncia
orale, che stavo scaricando un filmato protetto da copyright e ci ho
trovato un pedoporno per sbaglio, rischio di essere iscritto al registro
degli indagati per violazione di copyright. Viceversa se faccio finta di
niente rischio che magari se ho sfortuna, in quel momento la poltel
stava raccogliendo gli IP di chi condivideva quel file e mi ritrovo in
una retata.

-come si comportano gli inquirenti nel caso in cui l'ip sia di una
piccola azienda di quelle senza un proxy che logghi gli impiegati ma con
un semplice router adsl a cui sono attaccati una decina di impiegati
senza log? E nel caso in cui l'ip corrisponda ad un aula computer di
un'università o ad un pc di una biblioteca su cui lavorano piu' utenti
senza un registro degli accessi?

-ti è mai capitato di finire, nel corso di una retata, in casa di
qualcuno che realmente non c'entrava niente, magari una signora di terza
età che a stento naviga su internet perché in realtà il vero
pedopornografo era uno smanettone del piano di sopra che per non
rischiare utilizzava in wardriving la connessione della signora?

Grazie mille in anticipo anche se non potessi rispondere.
Parsifal
2011-01-30 11:55:02 UTC
Permalink
Il Sat, 29 Jan 2011 23:37:02 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Unilì
Post by Parsifal
Non so, i pare starno. L'accesso abusivo al server di un ISP è, già da solo
[...]
Post by Unilì
Post by Parsifal
lo abbia fatto, magari per errore).
Puo' darsi tutto, lui cercava cmq di lasciare meno tracce possibili, non
aveva motivo di creare del casino;
Ovvio, ma magari ha cannato un del o un rm o un mv facendo danni.
Post by Unilì
a proposito di pedopornografia, visto che da quello che ho capito hai
fatto il consulente (anche se non so se della difesa o dell'accusa), per
curiosità, posso chiederti quanto segue (se non puoi rispondere non importa)
Ho giocato in entrambe le squadre ed in un paio di occasioni anche con
"l'arbitro" ;)
Post by Unilì
-nei casi con cui hai lavorato ti sei trovato di fronte a materiale
foto/video "pedoporno soft", cioè magari minorenni consenzienti ma che
hanno raggiunto la maturità sessuale, un po' come l'ormai già discusso
filmato "energia luminosa" (tanto per usare un'altro pseudonimo) oppure
ti sei trovato di fronte anche a immagini *RACCAPRICCIANTI*? (non c'e'
bisogno di entrare nel dettaglio, tanto hai già capito cosa intendo)
In genere lavoravo con un catino vicino :( ed in più di un'occasione mi è
capitato di utilizzarlo.
La cosa peggiore, comunque è l'audio dei filmati.
Post by Unilì
-nel caso in cui tu abbia avuto a che fare con entrambi i tipi di
materiale, sebbene la legge li tratti allo stesso modo, hai riscontrato
un'abitudine a differenziare la pena per i due tipi di materiale oppure
sotto i 18 anni entrano tutti nell'unico calderone? come si sono
comportati i PM e i giudici?
Dipende non è possibile fare una statistica, anche perché è difficile far
comnprendere la differenza tra chi ha avuto la fortuna di non aver mai
avuto contatti con quel mondo.
Post by Unilì
-quanto è facile o difficile, scaricando con emule dei film *normali*
(non porno) incappare in materiale pedoporno soft, o peggio, quello
raccapricciante, mimetizzato sotto il nome di un film mainstream, magari
in voga in quel momento?
Premeso che scaricare film è comunque vietato, è difficile, ma non
impossibile.
La regola aurea è di verificare *sempre* i nomi del file presso le fonti e
cassare tutti i file con nomi non univoci.
Per esempio, se io devo scaricare Ubuntu, una volta avviato il download
vado sulle proprietà del file e verifico il nome che hann dato a quel file
le altre fonti. Se naso qualcosa di poco chiaro lo casso.
Post by Unilì
-qualora capitasse di incappare per errore in un pedoporno, è meglio
correre alla Poltel e segnalare la cosa o cancellarlo immediatamente ma
[...]
Post by Unilì
stava raccogliendo gli IP di chi condivideva quel file e mi ritrovo in
una retata.
E' meglio evitare entrambi i rischi controllando bene le fonti prima di
scaricare.
Post by Unilì
-come si comportano gli inquirenti nel caso in cui l'ip sia di una
piccola azienda di quelle senza un proxy che logghi gli impiegati ma con
un semplice router adsl a cui sono attaccati una decina di impiegati
senza log? E nel caso in cui l'ip corrisponda ad un aula computer di
un'università o ad un pc di una biblioteca su cui lavorano piu' utenti
senza un registro degli accessi?
Dipende dagli inquirenti. In ogni caso, le università hanno i log e,
generalmente, anche le aziende. In linea di massima non è, mai, comunque
un'epserienza piacevole.
Post by Unilì
-ti è mai capitato di finire, nel corso di una retata, in casa di
qualcuno che realmente non c'entrava niente, magari una signora di terza
età che a stento naviga su internet perché in realtà il vero
pedopornografo era uno smanettone del piano di sopra che per non
rischiare utilizzava in wardriving la connessione della signora?
Premesso che io in genere (salvo casi particolari) non partecipo alle
perqui, si mi son capitati computer puliti o in cui era evidente l'accesso
casuale o erroneo.
In tal caso lo scrivevo in relazione e, se non sussistevano altri elementi,
il PM archiviava.
E' importante che chi fa questa attività sia consapevole della sua
responsabilità, sia eni confronti del PM che nei confronti dell'indagato,
ed agisca con il massimo rispetto per le persone coinvolte.
IMHO, i "giustizieri" o i "crociati" fanno solo disastri.
--
Discese dal ventoso Nord con la nave e i compagni,
In cerca di uova mortali deposte da scafi invisibili:
Ne trovò e ne estrasse molte. La pesca finì di botto
Tra le fiamme e un boato noto ai gabbiani attenti.
(R.Kipling Un dragamine al largo di Taranto)
Unilì
2011-01-30 17:51:22 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Post by Unilì
-nel caso in cui tu abbia avuto a che fare con entrambi i tipi di
materiale, sebbene la legge li tratti allo stesso modo, hai riscontrato
un'abitudine a differenziare la pena per i due tipi di materiale oppure
sotto i 18 anni entrano tutti nell'unico calderone? come si sono
comportati i PM e i giudici?
Dipende non è possibile fare una statistica, anche perché è difficile far
comnprendere la differenza tra chi ha avuto la fortuna di non aver mai
avuto contatti con quel mondo.
Pur essendo tra i fortunati che non hanno avuto contatti con quel mondo,
riesco immaginare la differenza tra cio' che ho definito "pedoporno
soft" e "immagini raccapriccianti", nella prima categoria posso
immaginare due fidanzatini minorenni (ma che comunque hanno raggiunto la
maturità sessuale) e consenzienti che fanno l'amore tra di loro, o a
limite qualche giochino erotico; nella categoria "raccapricciante" posso
immaginare adulti che compiono violenza sessuale su veri e propri
bambini che non hanno raggiunto la maturità sessuale.... la differenza
come la capisco io che non sono un "addetto ai lavori" potrebbero
capirla anche gli altri o no?
La differenza c'e' e come, la prima è una sessualità *normale* le cui
immagini sono comunque vietate dalla legge, e la seconda è *violenza*.
Post by Parsifal
In tal caso lo scrivevo in relazione e, se non sussistevano altri elementi,
il PM archiviava.
E' importante che chi fa questa attività sia consapevole della sua
responsabilità, sia eni confronti del PM che nei confronti dell'indagato,
ed agisca con il massimo rispetto per le persone coinvolte.
IMHO, i "giustizieri" o i "crociati" fanno solo disastri.
Tempo fa ci fu un caso, con decine di indagati, in cui siccome i
pedopornografi pagavano utilizzando un sistema di pagamento online,
indagarono tutti quelli che fecero una transazione superiore a una
trentina di euro in quel periodo.
Ci ando' di mezzo un sacco di gente che aveva comprato dvd legali,
libri, ecc
Non so quanto ci sia stato di vero o quanto l'episodio sia stato
gonfiato dai giornalisti.

Grazie per le risposte che mi hai dato a tutte le altre curiosità.
Parsifal
2011-01-30 18:49:21 UTC
Permalink
Il Sun, 30 Jan 2011 18:51:22 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Unilì
Post by Parsifal
Dipende non è possibile fare una statistica, anche perché è difficile far
comnprendere la differenza tra chi ha avuto la fortuna di non aver mai
avuto contatti con quel mondo.
Pur essendo tra i fortunati che non hanno avuto contatti con quel mondo,
riesco immaginare la differenza tra cio' che ho definito "pedoporno
soft" e "immagini raccapriccianti", nella prima categoria posso
immaginare due fidanzatini minorenni (ma che comunque hanno raggiunto la
maturità sessuale) e consenzienti che fanno l'amore tra di loro, o a
limite qualche giochino erotico;
nella categoria "raccapricciante" posso
immaginare adulti che compiono violenza sessuale su veri e propri
bambini che non hanno raggiunto la maturità sessuale.... la differenza
come la capisco io che non sono un "addetto ai lavori" potrebbero
capirla anche gli altri o no?
No (nel senso che la differenza non è questa). In genere (e senza scendere
nel dettaglio) si distingue parla solo della seconda categoria e lì si usa
distinguere tra 4/5 livelli.
Tieni presente che ai pedofili interessano soggetti prepuberi, quindi i due
"fidanzatini" del tuo esempio hanno scarsa rilevanza.
Le immagini che ho trovato ed a cui mi riferisco quando parlo di
"pedoporno" apparteno tutte alla II categoria del tuo esempio.
Post by Unilì
Tempo fa ci fu un caso, con decine di indagati, in cui siccome i
pedopornografi pagavano utilizzando un sistema di pagamento online,
indagarono tutti quelli che fecero una transazione superiore a una
trentina di euro in quel periodo.
Ci ando' di mezzo un sacco di gente che aveva comprato dvd legali,
libri, ecc
Non so quanto ci sia stato di vero o quanto l'episodio sia stato
gonfiato dai giornalisti.
Si è stata una gran brutta vicenda, ne ho sentito parlare anche io.
Post by Unilì
Grazie per le risposte che mi hai dato a tutte le altre curiosità.
Di nulla.
--
«L'Asia non verrà civilizzata con i metodi dell'Occidente. C'è troppa Asia
ed essa è troppo vecchia.» (Rudyard Kipling)
Unilì
2011-01-30 20:03:29 UTC
Permalink
Post by Parsifal
No (nel senso che la differenza non è questa). In genere (e senza scendere
nel dettaglio) si distingue parla solo della seconda categoria e lì si usa
distinguere tra 4/5 livelli.
Tieni presente che ai pedofili interessano soggetti prepuberi, quindi i due
"fidanzatini" del tuo esempio hanno scarsa rilevanza.
Le immagini che ho trovato ed a cui mi riferisco quando parlo di
"pedoporno" apparteno tutte alla II categoria del tuo esempio.
Pero' il filmato perugino, che apparteneva sicuramente alla prima
categoria, a termini di legge, non ha affatto "scarsa rilevanza".


La distorsione secondo me è questa, punire allo stesso modo filmati con
"minori di anni 18, seppur sessualmente sviluppati" (con il rischio che
talvolta l'età sia difficilmente identificabile, specie in filmati
amatoriali) con i filmati di vera e propria pedofilia (soggetti prepuberi).

A mio avviso, dovrebbero esserci due leggi separate che puniscono in
maniera diversa chi traffica nei due tipi di materiale.
Parsifal
2011-01-31 07:52:13 UTC
Permalink
Il Sun, 30 Jan 2011 21:03:29 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Unilì
Post by Parsifal
Le immagini che ho trovato ed a cui mi riferisco quando parlo di
"pedoporno" apparteno tutte alla II categoria del tuo esempio.
Pero' il filmato perugino, che apparteneva sicuramente alla prima
categoria, a termini di legge, non ha affatto "scarsa rilevanza".
Esatto.
Al pari di tutti i filmati 3gp che si trovano oggi in giro su emule.
Mi spiace se non mi sono spiegqto bene. Intendevo dire che, sebbene siano
entrambi illegali e sebbene la detenzione di entrambi i generi sia punita
allo stesso modo, è evidente che l'impatto emotivo di un filmato come
quelli da te citati è indubbiamente minore rispetto ad altro materiale, ma
soprattutto è differente l'origine. Questo, IMHO, un bravo consulente deve
farlo presente.
Post by Unilì
La distorsione secondo me è questa, punire allo stesso modo filmati con
"minori di anni 18, seppur sessualmente sviluppati" (con il rischio che
talvolta l'età sia difficilmente identificabile, specie in filmati
amatoriali) con i filmati di vera e propria pedofilia (soggetti prepuberi).
Un po' come il 600-bis per la prostituzione, lo so, ma il problema è poi
classificare le età.
DEvo però dire che, nella mia esperienza, soggetti condannati per la foto
della 17enne non ne h mai visti. In genere non ci sono proprio dubbi
sull'età delle vittime.
--
... si ricordino i capitalisti e i padroni che le umane leggi non
permettono di opprimere per utile proprio i bisognosi e gli infelici, e di
trafficare sulla miseria del prossimo. Defraudare poi la dovuta mercede è
colpa così enorme che grida vendetta al cospetto di Dio. (Rerum Novarum)
Aioe
2011-01-31 07:55:57 UTC
Permalink
Post by Parsifal
DEvo però dire che, nella mia esperienza, soggetti condannati per la foto
della 17enne non ne h mai visti. In genere non ci sono proprio dubbi
sull'età delle vittime.
a studio, però, è capitata una quindicenne (sembrava più piccola)
Parsifal
2011-01-31 09:23:41 UTC
Permalink
Il Mon, 31 Jan 2011 08:55:57 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Parsifal
DEvo però dire che, nella mia esperienza, soggetti condannati per la foto
della 17enne non ne h mai visti. In genere non ci sono proprio dubbi
sull'età delle vittime.
a studio, però, è capitata una quindicenne (sembrava più piccola)
In che senso?
--
Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni
cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.
(Einstein)
Aioe
2011-01-31 13:11:11 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Post by Aioe
a studio, però, è capitata una quindicenne (sembrava più piccola)
In che senso?
che c'è capitato un tipo, peraltro innocuo, trovato con *tanti* *tanti*
video porno girati con attrici all'inizio dell'adolescenza.

il tipo giurava di non essere 'pedofilo', noi rappresentavamo la moglie con
figlia quindicenne nel suo /complicato/ divorzio.
Parsifal
2011-01-31 14:07:58 UTC
Permalink
Il Mon, 31 Jan 2011 14:11:11 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Parsifal
Post by Aioe
a studio, però, è capitata una quindicenne (sembrava più piccola)
In che senso?
che c'è capitato un tipo, peraltro innocuo, trovato con *tanti* *tanti*
video porno girati con attrici all'inizio dell'adolescenza.
Uhm, come è finita? Da quello che mi dici direi che il 600-quater ci stava
tutto...
Post by Aioe
il tipo giurava di non essere 'pedofilo', noi rappresentavamo la moglie con
figlia quindicenne nel suo /complicato/ divorzio.
Come odio i divorzi complicati...
CMq direi una situaizone bella complicata.
--
Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno
sprovveduto che non lo sa e la realizza.(Albert Einstein)
Aioe
2011-01-31 14:16:40 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Uhm, come è finita? Da quello che mi dici direi che il 600-quater ci stava
tutto...
ha sostenuto l'errore sull'età dei soggetti ripresi, cosa plausibile per
almeno alcuni filmati (credo sia un genere cinematografica a sè quello con
attrici adulte truccate da bambine)

credo siano in cassazione, credo.
Parsifal
2011-01-31 14:20:09 UTC
Permalink
Il Mon, 31 Jan 2011 15:16:40 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Parsifal
Uhm, come è finita? Da quello che mi dici direi che il 600-quater ci stava
tutto...
ha sostenuto l'errore sull'età dei soggetti ripresi, cosa plausibile per
almeno alcuni filmati (credo sia un genere cinematografica a sè quello con
attrici adulte truccate da bambine)
Si è una pornografia particolare. Ci sono almeno 2\3 siti border line che
se ne occupano.
In ogni caso non credo che, dal vostro punto di vista, abbia fatto una
grande differenza.
--
Bisogna seminare un carattere per raccogliere un destino. (Romano
Battaglia)
Aioe
2011-01-31 14:38:28 UTC
Permalink
Post by Parsifal
In ogni caso non credo che, dal vostro punto di vista, abbia fatto una
grande differenza.
... puoi immaginare il divertimento nel tentare (invano) di costituirci
parte civile in un processo del genere.

peraltro, non risulta che il tipo avesse mai toccato la figlia
Aioe
2011-01-31 14:39:50 UTC
Permalink
Post by Aioe
... puoi immaginare il divertimento nel tentare (invano) di costituirci
parte civile in un processo del genere.
peraltro, non risulta che il tipo avesse mai toccato la figlia
btw, la moglie cercava di ottenere prima il divorzio senza separazione, poi
la separazione con addebito.
Parsifal
2011-01-31 14:49:39 UTC
Permalink
Il Mon, 31 Jan 2011 15:39:50 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Aioe
peraltro, non risulta che il tipo avesse mai toccato la figlia
Meglio così!
Post by Aioe
btw, la moglie cercava di ottenere prima il divorzio senza separazione, poi
la separazione con addebito.
Me lo immaginavo.
L'ha ottenuta?
--
Piccola palla spinta da un fucile, uccider può l'eroe ed anche il vile.
Aioe
2011-01-31 15:11:17 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Me lo immaginavo.
L'ha ottenuta?
ha ottenuto l'addebito

però è stata una vicenda abbastanza oscura, piena di risvolti penali (di cui
ovviamente non possiamo parlare) abbastanza controversa

poi a noi il penale sessuale capita di rado, anche lo studio non è molto
attrezzato per questo genere di crimini.
Parsifal
2011-01-31 15:26:26 UTC
Permalink
Il Mon, 31 Jan 2011 16:11:17 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Aioe
Post by Parsifal
Me lo immaginavo.
L'ha ottenuta?
ha ottenuto l'addebito
Affido esclusivo, immagino.
Post by Aioe
però è stata una vicenda abbastanza oscura, piena di risvolti penali (di cui
ovviamente non possiamo parlare) abbastanza controversa
Ovvio.
Post by Aioe
poi a noi il penale sessuale capita di rado, anche lo studio non è molto
attrezzato per questo genere di crimini.
Da noi capita più spesso (soprattutto come parti civili), ma non sono mai
belle vicende.
--
Il vecchio scosse il capo: — Che gioventù — gridò indignato. — Non sono
ancora nati e già accampano dei diritti ! (G.Guareschi)
Unilì
2011-01-31 22:08:58 UTC
Permalink
Post by Aioe
Post by Parsifal
Post by Aioe
a studio, però, è capitata una quindicenne (sembrava più piccola)
In che senso?
che c'è capitato un tipo, peraltro innocuo, trovato con *tanti* *tanti*
video porno girati con attrici all'inizio dell'adolescenza.
il tipo giurava di non essere 'pedofilo', noi rappresentavamo la moglie con
figlia quindicenne nel suo /complicato/ divorzio.
non capisco, questo tipo aveva filmato la figlia 15enne mentre faceva sesso?
Candido
2011-02-01 00:19:21 UTC
Permalink
Post by Unilì
Tempo fa ci fu un caso, con decine di indagati, in cui siccome i
pedopornografi pagavano utilizzando un sistema di pagamento online,
CCbill...
Post by Unilì
indagarono tutti quelli che fecero una transazione superiore a una
trentina di euro in quel periodo.
Ci ando' di mezzo un sacco di gente che aveva comprato dvd legali,
libri, ecc
Non so quanto ci sia stato di vero o quanto l'episodio sia stato
gonfiato dai giornalisti.
Eh, purtroppo è tutto vero...
--
Candido
Parsifal
2011-02-01 10:59:49 UTC
Permalink
Il Tue, 1 Feb 2011 01:19:21 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Candido
Post by Unilì
Non so quanto ci sia stato di vero o quanto l'episodio sia stato
gonfiato dai giornalisti.
Eh, purtroppo è tutto vero...
Da quello che ho visto io hanno archiviato la maggior parte delle
posizioni.
--
Destino: l'autorità di un tiranno per un crimine e la scusa di uno sciocco
per un fallimento. (Ambrose Bierce)
Candido
2011-02-01 13:16:18 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Post by Candido
Post by Unilì
Non so quanto ci sia stato di vero o quanto l'episodio sia stato
gonfiato dai giornalisti.
Eh, purtroppo è tutto vero...
Da quello che ho visto io hanno archiviato la maggior parte delle
posizioni.
Sì sì, intendevo dire che era vero che avessero indagato cani e porci...
--
Candido
unilì
2011-01-27 22:46:22 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Art.600-quater-1. Pornografia virtuale. Una perla (che poi l'idea non
sarebbe sbagliata, ma hanno cannato la formulaizone e l'inserimento).
Bisogna vedere a che livello di realtà bisogna arrivare con la grafica
per punire la pornografia virtuale.
Il passo successivo infatti potrebbe essere il rendere reato eventuali
fumetti pedoporno.
In un passo successivo anche i libri, Melissa P. diventerebbe fuorilegge.
Parsifal
2011-01-28 08:45:54 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 23:46:22 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Post by Parsifal
Art.600-quater-1. Pornografia virtuale. Una perla (che poi l'idea non
sarebbe sbagliata, ma hanno cannato la formulaizone e l'inserimento).
Bisogna vedere a che livello di realtà bisogna arrivare con la grafica
per punire la pornografia virtuale.
Sinceramente non ne ho idea...
Post by unilì
Il passo successivo infatti potrebbe essere il rendere reato eventuali
fumetti pedoporno.
In un passo successivo anche i libri, Melissa P. diventerebbe fuorilegge.
Infatti questa è la nota dolente. IMHO di alcuni generi di fumetti
pedoporno andrebbe vietata la vendita, ma è un terreno molto scivoloso ed
arrivare a tracciare una linea di confine ben definita tra arte e pedoporno
non è affatto facile.
Tanto per intenderci i putti sulle fontane, come li consideriamo? Mettiamo
loro le mutande?
E la Vergine dello rocce?
Mica facile...
--
There are only two division in the world today, human beings and Germans,
and the German knows it. [...] This is, for us, in truth a war to death
against the power of darkness with whom any peace except on our own terms
would be more terrible than any war. (R. Kipling)
Daniele Orlandi
2011-01-28 11:13:51 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Infatti questa è la nota dolente. IMHO di alcuni generi di fumetti
pedoporno andrebbe vietata la vendita
È una tua opinione, ma ti esorto a non perdere di vista l'obbiettivo che
*dovrebbe* avere la legge: impedire, scoraggiare, in ultimo ridurre LA
VIOLENZA SUI MINORI.

Violenza vera fisica e psicologica su bambini veri, non su personaggi di
fumetti o sulla morale comune che si scandalizza se le persone non rientrano
nei *loro* canoni.
Post by Parsifal
ma è un terreno molto scivoloso ed
arrivare a tracciare una linea di confine ben definita tra arte e
pedoporno non è affatto facile.
A mio parere la traccia di confine non dovrebbe esistere se quello che
chiami "pedoporno" non ha causato, anche indirettamente, una violenza su un
minore vero.

Tutto il resto è fantasia.

E se si vuole sostenere che la fantasia si tramuta in realtà, va dimostrato
un pelino più scientificamente dell'usare l'iperbole del giorno.

Ciao,
--
Daniele Orlandi つづく
Parsifal
2011-01-28 11:36:21 UTC
Permalink
Il Fri, 28 Jan 2011 12:13:51 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Daniele Orlandi
Post by Parsifal
Infatti questa è la nota dolente. IMHO di alcuni generi di fumetti
pedoporno andrebbe vietata la vendita
È una tua opinione, ma ti esorto a non perdere di vista l'obbiettivo che
*dovrebbe* avere la legge: impedire, scoraggiare, in ultimo ridurre LA
VIOLENZA SUI MINORI.
Appunto, sai come vengono spesso usati quei fumetti?
Tanto per chiarirci, sto parlando di lolicon, shotacon, toddlercon di
genere henai (giusto per essere chiari), spesso BSDM o guro, non dei
classici Manga.
Vengono sovente utilizzati in fase di adescamento o di abuso.
Post by Daniele Orlandi
Violenza vera fisica e psicologica su bambini veri, non su personaggi di
fumetti o sulla morale comune che si scandalizza se le persone non rientrano
nei *loro* canoni.
Sono d'accordo, ma non è questione di scandalizzarsi o chiedere
l'omologazione della morale.
Post by Daniele Orlandi
Post by Parsifal
ma è un terreno molto scivoloso ed
arrivare a tracciare una linea di confine ben definita tra arte e
pedoporno non è affatto facile.
A mio parere la traccia di confine non dovrebbe esistere se quello che
chiami "pedoporno" non ha causato, anche indirettamente, una violenza su un
minore vero.
Posso anche essere d'accordo, ma non possiamo far finta di ignorare che
simili confini esistono in ogni ambito: tra il diritto di critica e la
diffamazione, tra l'erotismo ed il compimento dio atti osceni, tra il
criticare una norma ed il fare apologia di reato e così via.
Ci sono dei limiti, il problema è individuarli prima che vengano imposti
dall'alto, magari da chi non sa neppure di cosa sta parlando.
Post by Daniele Orlandi
E se si vuole sostenere che la fantasia si tramuta in realtà, va dimostrato
un pelino più scientificamente dell'usare l'iperbole del giorno.
Son d'accordo ed infatti conosco gente che sta seriamente lavorando
sull'argomento.
Io stesso ho avuto modo di analizzare un paio di casi rilevanti, ma non è
questa la sede per parlarne dato che, imho, è un argomento troppo complesso
da affrontare in maniera differente dal mettersi intorno ad un tavolo di
lavoro.

Ciao.
--
Discese dal ventoso Nord con la nave e i compagni,
In cerca di uova mortali deposte da scafi invisibili:
Ne trovò e ne estrasse molte. La pesca finì di botto
Tra le fiamme e un boato noto ai gabbiani attenti.
(R.Kipling Un dragamine al largo di Taranto)
Daniele Orlandi
2011-01-28 13:46:29 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Appunto, sai come vengono spesso usati quei fumetti?
Tanto per chiarirci, sto parlando di lolicon, shotacon, toddlercon di
genere henai (giusto per essere chiari), spesso BSDM o guro, non dei
classici Manga.
Okay, pensavamo agli stessi allora.
Post by Parsifal
Vengono sovente utilizzati in fase di adescamento o di abuso.
Cioè? Qual è il meccanismo con cui vengono usati?
Post by Parsifal
Posso anche essere d'accordo, ma non possiamo far finta di ignorare che
simili confini esistono in ogni ambito: tra il diritto di critica e la
diffamazione, tra l'erotismo ed il compimento dio atti osceni, tra il
criticare una norma ed il fare apologia di reato e così via.
Ci sono dei limiti, il problema è individuarli prima che vengano imposti
dall'alto, magari da chi non sa neppure di cosa sta parlando.
In questo caso si tratta di racconti e rappresentazioni di fantasia, il
nesso causale tra fantasia e altro è tutto da dimostrare e anche qualora lo
fosse ho l'impressione che sarebbe tanto debole da non giustificare una
proibizione a monte...

Ciao,
--
Daniele Orlandi つづく
Parsifal
2011-01-28 14:31:31 UTC
Permalink
Il Fri, 28 Jan 2011 14:46:29 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Daniele Orlandi
Post by Parsifal
Vengono sovente utilizzati in fase di adescamento o di abuso.
Cioè? Qual è il meccanismo con cui vengono usati?
Per indurre i bambini a credere che è naturale e divertente fare certe cose
oppure per spostare il discorso sul sesso.
O ancora per testare la loro reazione.
O ancora come giustificativo: vedi, lo fanno tutti.
Post by Daniele Orlandi
Post by Parsifal
Ci sono dei limiti, il problema è individuarli prima che vengano imposti
dall'alto, magari da chi non sa neppure di cosa sta parlando.
In questo caso si tratta di racconti e rappresentazioni di fantasia, il
nesso causale tra fantasia e altro è tutto da dimostrare e anche qualora lo
fosse ho l'impressione che sarebbe tanto debole da non giustificare una
proibizione a monte...
Attento, la ratio sarebbe la medesima del 528 c.p. (che IMHO già sanziona
la vendita di questo tipo di materiale).
Ciao
--
... si ricordino i capitalisti e i padroni che le umane leggi non
permettono di opprimere per utile proprio i bisognosi e gli infelici, e di
trafficare sulla miseria del prossimo. Defraudare poi la dovuta mercede è
colpa così enorme che grida vendetta al cospetto di Dio. (Rerum Novarum)
Daniele Orlandi
2011-01-28 15:02:17 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Per indurre i bambini a credere che è naturale e divertente fare certe
cose oppure per spostare il discorso sul sesso.
Stiamo parlando di una persona già intenzionata a commettere un reato che
usa del materiale come strumento per raggiungere il suo scopo.

Ed è dimostrabilmente falso che tale materiale sia prodotto principalmente
per quello scopo.

Per dire, sarebbe più utile al suo scopo usare materiale pedopornografico
vero!

E alla fine che sia proibito o meno gli farebbe poca differenza...

E poi non dimentichiamo che la maggior parte delle violenze sui bambini sono
commesse da persone che già hanno un influenza sul bambino (parenti, etc..)
Post by Parsifal
Attento, la ratio sarebbe la medesima del 528 c.p. (che IMHO già sanziona
la vendita di questo tipo di materiale).
Te pareva che non ci fosse un articolo del genere....

Posso denunciare Libero o Il Giornale per avere contenuto impressionante o
raccapricciante?
--
Daniele Orlandi つづく
Parsifal
2011-01-28 15:51:27 UTC
Permalink
Il Fri, 28 Jan 2011 16:02:17 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Daniele Orlandi
Post by Parsifal
Per indurre i bambini a credere che è naturale e divertente fare certe
cose oppure per spostare il discorso sul sesso.
Stiamo parlando di una persona già intenzionata a commettere un reato che
usa del materiale come strumento per raggiungere il suo scopo.
Ed è dimostrabilmente falso che tale materiale sia prodotto principalmente
per quello scopo.
Mai detta una cosa simile.
Post by Daniele Orlandi
Per dire, sarebbe più utile al suo scopo usare materiale pedopornografico
vero!
No, o molto difficilmente. In primis la detenzione di materiale pedo è
reato (e lo stesso al sua cessione), quindi il darlo ad un bambino
determina un rischio aggiuntivo.
Inoltre i bambini sono attratti dai fumetti, quindi il s.o. non deve fare
altro che lasciarli in vista e lasciare che sia la vittima a prenderli,
sfogliarli in modo da poterne saggiare le reazioni senza doversi esporre.
Anzi se la reazione non lo soddisfa può anche colpevolizzare la vittima
"chi ti ha detto di guardarli?".
Post by Daniele Orlandi
E alla fine che sia proibito o meno gli farebbe poca differenza...
Falso. Sarebbe più difficile reperirlie non potrebbero essere agevolmente
diffusi (non senza rischi, almeno).
Post by Daniele Orlandi
E poi non dimentichiamo che la maggior parte delle violenze sui bambini sono
commesse da persone che già hanno un influenza sul bambino (parenti, etc..)
Appunto.
Post by Daniele Orlandi
Post by Parsifal
Attento, la ratio sarebbe la medesima del 528 c.p. (che IMHO già sanziona
la vendita di questo tipo di materiale).
Te pareva che non ci fosse un articolo del genere....
Oh, mica l'ho inventata io ;)
QUindi, come vedi, lo scopo dell'intervento da me auspicato sarebbe quello
di tracciare una linea (più) netta tra lecito ed illecito (hai presente il
processo contro Starcomix per il fumetto di Dragon Ball? Ecco vorrei
evitare che si ripeta).
Post by Daniele Orlandi
Posso denunciare Libero o Il Giornale per avere contenuto impressionante o
raccapricciante?
ROTFL, non vuoi una risposta, vero?
--
La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre. (Albert Einstein)
Alex sbr
2011-01-29 04:05:12 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Il Fri, 28 Jan 2011 16:02:17 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Daniele Orlandi
Ed è dimostrabilmente falso che tale materiale sia prodotto
principalmente per quello scopo.
Mai detta una cosa simile.
Non so se sia una leggenda urbana o meno, ma in molti forum si sostiene che
in Giappone e Corea (dove vengono disegnati la maggior parte dei manga) chi
fa i Dojinshi (senza google non sarei mai stato in grado di scirverlo :) ),
che non sono solo porno (ma quelli sessuali dovrebbero essere i piu' diffusi
per ovvi motivi), se è bravo spesso poi finisce a lavorare proprio per gli
editori e i magaka che scopiazzavano nelle sue opere. Dal punto di vista
della produzione sembrano quindi semplicemente delle fanfiction grafiche con
un tema di forte richiamo (il porno), probabilmente tollerato perche anche i
manga e cartoni giapponesi originali sono già pieni di ammiccamenti sessuali
(anche in relazione a protagonisti ufficialmente minorenni, ma magari
disegnati gia' come adulti, es Lamù o le varie maghette di prima generazione
come Bia o Lalabel). Immagino che invece da noi la pubblicazione di un porno
non autorizzato con Dylan Dog o Tex provocherebbe una bella denuncia da
parte della Sergio Bonelli Editore con tanto di ingente richiesta di danni
di immagine.
Post by Parsifal
Inoltre i bambini sono attratti dai fumetti, quindi il s.o. non deve
fare altro che lasciarli in vista e lasciare che sia la vittima a
prenderli, sfogliarli in modo da poterne saggiare le reazioni senza
doversi esporre. Anzi se la reazione non lo soddisfa può anche
colpevolizzare la vittima "chi ti ha detto di guardarli?".
Per questi scopi però potrebbero essere usati anche i fumetti porno legali:
come dicevi anche tu altrove, il porno, l'erotico e la commedia video sono
notoriamente pieni di "studentesse"&C, non credo che nel porno disegnato le
cose siano tanto diverse... certo è vero anche che l'anonima studentessa in
copertina di un pornazzo da bancarella magari ha un'attrattività minore
rispetto ai protagonisti dell'ultimo manga.

Ao Alex
Parsifal
2011-01-29 09:21:36 UTC
Permalink
Il Sat, 29 Jan 2011 05:05:12 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Alex sbr
Post by Parsifal
Mai detta una cosa simile.
Non so se sia una leggenda urbana o meno, ma in molti forum si sostiene che
[..]
Post by Alex sbr
manga e cartoni giapponesi originali sono già pieni di ammiccamenti sessuali
Già. Non a caso DA NOI i cartoni giap vengono pesantemente tagliati dalla
"censura" (crimine!).
Sarò retrogado io, ma se un prodotto non è adatto nel suo insieme ai
bambini *non* lo mandi in onda in fascia protetta, stop. Mandarlo in onda
mutilato per adattarlo è, IMHO, inaccettabile.
Post by Alex sbr
(anche in relazione a protagonisti ufficialmente minorenni, ma magari
disegnati gia' come adulti, es Lamù o le varie maghette di prima generazione
come Bia o Lalabel). Immagino che invece da noi la pubblicazione di un porno
non autorizzato con Dylan Dog o Tex provocherebbe una bella denuncia da
parte della Sergio Bonelli Editore con tanto di ingente richiesta di danni
di immagine.
Davvero.
Post by Alex sbr
come dicevi anche tu altrove, il porno, l'erotico e la commedia video sono
notoriamente pieni di "studentesse"&C, non credo che nel porno disegnato le
cose siano tanto diverse... certo è vero anche che l'anonima studentessa in
copertina di un pornazzo da bancarella magari ha un'attrattività minore
rispetto ai protagonisti dell'ultimo manga.
Non è facile spiegare senza avere sottomano il "materiale", ma tieni
presente che si tratta di materiale con protagonisti dai chiari tratti
infantili.
--
A duro destino, duro cuore.
Alex sbr
2011-01-29 17:03:39 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Già. Non a caso DA NOI i cartoni giap vengono pesantemente tagliati
dalla "censura" (crimine!).
Sarò retrogado io, ma se un prodotto non è adatto nel suo insieme ai
bambini *non* lo mandi in onda in fascia protetta, stop. Mandarlo in
onda mutilato per adattarlo è, IMHO, inaccettabile.
Concordo al 100%. Purtroppo per molto tempo chi importava faceva l'equazione
cartone=roba per bambini e importava tutto senza criterio, col risultato che
poi le reti televisive, che per motivi di ascolti concentrano tutta
l'animazione al pomeriggio, per evitare proteste, facevano addattamenti
paurosi (come i fermoimmagine nelle ultime repliche di Lupin o la sparizione
di parole come "morte" o "ucciedere").


Ao Alex
Parsifal
2011-01-29 17:16:07 UTC
Permalink
Il Sat, 29 Jan 2011 18:03:39 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Alex sbr
Post by Parsifal
Sarò retrogado io, ma se un prodotto non è adatto nel suo insieme ai
bambini *non* lo mandi in onda in fascia protetta, stop. Mandarlo in
onda mutilato per adattarlo è, IMHO, inaccettabile.
Concordo al 100%. Purtroppo per molto tempo chi importava faceva l'equazione
cartone=roba per bambini e importava tutto senza criterio, col risultato che
poi le reti televisive, che per motivi di ascolti concentrano tutta
l'animazione al pomeriggio, per evitare proteste, facevano addattamenti
paurosi (come i fermoimmagine nelle ultime repliche di Lupin o la sparizione
di parole come "morte" o "ucciedere").
Praticamente inguardabili...
Tempo fa mi sono rivisto tutto Rocky Joe, ed appena ho un attimo tocca a
Sam, ma stiamo andando OT.
--
Oggi non ci sono più italiani di ponente o di levante, del continente o
delle isole: ci sono soltanto degli italiani
uniposta
2011-02-02 13:41:18 UTC
Permalink
14:41 non è una tesi cospirazionista, è la realtà

---
it.diritto.internet
it.diritto
it.sesso.discussioni
---

- Sab 29 Gen 2011, 18:16, Parsifal <parsifal*people.it>
Post by Parsifal
Tempo fa mi sono rivisto tutto Rocky Joe, ed appena
ho un attimo tocca a Sam, ma stiamo andando OT.
- Bene, questo era un paladino serioso della legge, al quale
affidare il proprio destino. E dargli pure i soldi, dargli...

---

Comunque... voi state qui a cavillare, poiché quello che vi
interessa è il gioco della legge. Come dire : non mi interessa la
realtà, mi interessa fare questo gioco. Ma provate a guardare oltre:

Ma lo volete capire o no, che quello della lotta alla pedofilia
è un pretesto... uno dei vari canali di azione, di
quell'azione finalizzata a far passare alla gente
la voglia di fare sesso, o anche solo di pensarci?

Punirti se hai una foto di una che _sembra_ una minorenne,
è uno dei capolavori dell'assurdo a cui ci vogliono abituare.
Mia madre, quando aveva venticinque anni ne dimostrava quindici.

Un altro importante canale di azione è, per esempio,
l'alimentare paura e odio fra uomo e donna, e far apparire
i figli come una cosa pericolosissima che è meglio evitare,
che possono rovinare vite dopo un divorzio.

Andate a cercare indietro negli anni, le varie azioni di governo,
troverete solo conferme : si spinge la gente alla castità,
ventilando minacce di gravi punizioni, o rischi di mali terribili.
E parlando di vergogna, o, come minimo, di inadeguatezza sociale.

L'obiettivo primario è quello di far smettere di far figli alla
gente comune, che è la stragrande maggioranza. Vogliono farla
estinguere, la gente comune. Vogliono far estinguere i poveri,
non rendendoli ricchi ma impedendogli di fare figli. E' un processo
che richiede qualche decennio. Vogliono una selezione di gente
impaurita ma benestante, che farà figli con timore e prudenza, ma
in quantità sufficiente a produrre una generazione di perfetti
consumatori, che hanno i soldi e comprano prodotti e pagano servizi,
ed inoltre avendo i soldi creano pochi problemi di ordine sociale.

---


-*_ uniposta(at)yahoo.it
-*_ uniposta(at)gmail.com
--
If his chest had been a cannon, he would have shot his heart upon it.
Se il suo petto fosse stato un cannone, gli avrebbe sparato contro
il suo cuore. (Herman Melville, Moby Dick; Patrick Stewart,
Capt. Jean-Luc Picard, Star Trek - The Next Generation)
whiplash
2011-02-02 16:59:06 UTC
Permalink
Vogliono farla estinguere, la gente comune. Vogliono far estinguere i poveri
Sì, certo, poi chi glielo produce il plusvalore?

f/up
Parsifal
2011-02-02 17:56:30 UTC
Permalink
Il Wed, 02 Feb 2011 14:41:18 +0100, in
it.diritto.internet,it.diritto,it.sesso.discussioni,
Post by uniposta
Post by Parsifal
Tempo fa mi sono rivisto tutto Rocky Joe, ed appena
ho un attimo tocca a Sam, ma stiamo andando OT.
- Bene, questo era un paladino serioso della legge, al quale
affidare il proprio destino. E dargli pure i soldi, dargli...
Mai preteso di essere un paladino *serioso* della legge.
Al massimo *serio*.
Detto questo capisco che tu possa essere sconvolto dal fatto che qualcuno
affronti un discorso ben sapendo di quello di cui sta parlando e non per
sentito dire.
Magari preferiresti che io fossi uno di quelli che si lancia in crociate
del tipo "GTA IV deve essere ritirato dai negozi perché non adatto ai
minori"...
--
Discese dal ventoso Nord con la nave e i compagni,
In cerca di uova mortali deposte da scafi invisibili:
Ne trovò e ne estrasse molte. La pesca finì di botto
Tra le fiamme e un boato noto ai gabbiani attenti.
(R.Kipling Un dragamine al largo di Taranto)
uniposta
2011-02-06 22:44:09 UTC
Permalink
23:44

- Mer 02 Feb 2011, 18:56,
Post by Parsifal
Post by uniposta
Post by Parsifal
Tempo fa mi sono rivisto tutto Rocky Joe, ed appena
ho un attimo tocca a Sam, ma stiamo andando OT.
- Bene, questo era un paladino serioso della legge, al quale
affidare il proprio destino. E dargli pure i soldi, dargli...
Mai preteso di essere un paladino *serioso* della legge.
Al massimo *serio*.
Detto questo capisco che tu possa essere sconvolto
- sconvolto?
Post by Parsifal
dal fatto che qualcuno affronti un discorso ben sapendo di quello
di cui sta parlando e non per sentito dire. Magari preferiresti
che io fossi uno di quelli che si lancia in crociate del tipo
"GTA IV deve essere ritirato dai negozi perché non adatto ai minori"...
- Eh?


-*_ uniposta(at)yahoo.it
-*_ uniposta(at)gmail.com
--
If his chest had been a cannon, he would have shot his heart upon it.
Se il suo petto fosse stato un cannone, gli avrebbe sparato contro
il suo cuore. (Herman Melville, Moby Dick; Patrick Stewart,
Capt. Jean-Luc Picard, Star Trek - The Next Generation)
Parsifal
2011-02-07 07:58:28 UTC
Permalink
Il Sun, 06 Feb 2011 23:44:09 +0100, in
it.diritto.internet,it.diritto,it.sesso.discussioni,
<news:4d4f2438$0$1369$***@reader1.news.tin.it>, uniposta, dichiarava:

Sarebbe cosa gradita se la facessi finita con questo inutile X-post e
questo inutile OT.
Post by uniposta
Post by Parsifal
Mai preteso di essere un paladino *serioso* della legge.
Al massimo *serio*.
Detto questo capisco che tu possa essere sconvolto
- sconvolto?
L'impressione è quella.
Post by uniposta
Post by Parsifal
dal fatto che qualcuno affronti un discorso ben sapendo di quello
di cui sta parlando e non per sentito dire. Magari preferiresti
che io fossi uno di quelli che si lancia in crociate del tipo
"GTA IV deve essere ritirato dai negozi perché non adatto ai minori"...
- Eh?
Evito il classico "puppa", perché sarebbe scontato e cerco di aiutarti a
comprendere in maniera semplice e diretta il mio pensiero: per parlare di
manga, hentay, di fumetti e di videogiochi sarebbe cosa buona e giusta
conoscere adeguatamente l'oggetto della questione ovvero il manga, fumetto,
hentay e videogioco di cui si vuol parlare.
Altrimenti si rischia di scrivere, come accaduto appunto per GTA IV, che è
"diseducativo per i bambini" ignorando che si tratta di un prodotto VM 18.
Più chiaro ora?
--
Audaces fortuna iuvat
uniposta
2011-02-09 21:05:00 UTC
Permalink
22:05

- Lun 07 Feb 2011, 08:58,
Post by Parsifal
Sarebbe cosa gradita se la facessi finita con questo inutile X-post
- Opinione tua, che sia inutile. Comunque non sei
obbligato a parlare di un argomento, se non ti va
Post by Parsifal
e questo inutile OT.
- Non è OT, parla delle vere motivazioni che hanno
portato a fare certe leggi e certe azioni di governo.

Se poi tu vuoi solo limitarti a giocare con articoli cavilli
sentenze e interpretazioni varie, continua a giocare e
lascia perdere questo ramo della discussione
Post by Parsifal
Post by uniposta
Post by Parsifal
Detto questo capisco che tu possa essere sconvolto
- sconvolto?
L'impressione è quella.
- Problemi di vista, vai dall'oculista.
Post by Parsifal
Post by uniposta
- Eh?
Evito il classico "puppa",
- Ma l'hai pensato, e questo indica il tuo livello di maturità
(e responsabilità quando ti devi occupare dei problemi altrui,
ma pazienza, il mondo del lavoro è pieno di gente immatura)
(tutta l'italia, è piena di gente immatura)
(detesto, i giudizi spicci)
Post by Parsifal
perché sarebbe scontato e cerco di aiutarti a comprendere in maniera
semplice e diretta il mio pensiero: per parlare di manga, hentay,
di fumetti e di videogiochi sarebbe cosa buona e giusta conoscere
adeguatamente l'oggetto della questione ovvero il manga, fumetto,
hentay e videogioco di cui si vuol parlare. Altrimenti si rischia
di scrivere, come accaduto appunto per GTA IV, che è "diseducativo
per i bambini" ignorando che si tratta di un prodotto VM 18.
Più chiaro ora?
- Ma a me, che me ne frega? Io mica parlavo di manga, fumetti, ecc.

Quindi forse sei tu ad andare OT o come
minimo a divagare, ma io che c'entro?

---

Vado, ritornerò non so quando, perché oltre ad essere impegnato in
altre cose ho dei crescenti problemi su questo computer (e quindi
appena mi libero dagli altri impegni dovrò collegarmi con un altro)

---


-*_ uniposta(at)yahoo.it
-*_ uniposta(at)gmail.com
--
If his chest had been a cannon, he would have shot his heart upon it.
Se il suo petto fosse stato un cannone, gli avrebbe sparato contro
il suo cuore. (Herman Melville, Moby Dick; Patrick Stewart,
Capt. Jean-Luc Picard, Star Trek - The Next Generation)
Lagrande
2011-02-03 06:06:04 UTC
Permalink
Post by uniposta
Vogliono una selezione di gente
impaurita ma benestante, che farà figli con timore e prudenza, ma
in quantità sufficiente a produrre una generazione di perfetti
consumatori, che hanno i soldi e comprano prodotti e pagano servizi,
ed inoltre avendo i soldi creano pochi problemi di ordine sociale.
Scusa, genio.... Ma tu credi davvero che i benestanti perfetti consumatori,
come li definisci tu, accetteranno di lavorare nelle fabbriche? O di
coltivare la terra? Eliminando i poveri, la classe operaia, per intenderci,
i beni di consuno chi li produrrebbe?
uniposta
2011-02-06 22:44:13 UTC
Permalink
23:44

- Gio 03 Feb 2011, 07:06,
Post by Lagrande
Vogliono una selezione di gente impaurita ma benestante, che
farà figli con timore e prudenza, ma in quantità sufficiente
a produrre una generazione di perfetti consumatori, che hanno
i soldi e comprano prodotti e pagano servizi, ed inoltre
avendo i soldi creano pochi problemi di ordine sociale.
Scusa, genio....
- Messaggero : ho solo riferito quello che fanno
Post by Lagrande
Ma tu credi davvero che i benestanti perfetti consumatori,
come li definisci tu, accetteranno di lavorare nelle fabbriche?
O di coltivare la terra? Eliminando i poveri, la classe operaia,
per intenderci, i beni di consuno chi li produrrebbe?
- Leggi nel testo : fra qualche decennio non ci saranno
operai né contadini (perlomeno qui da noi). Non vogliono
avere generazioni di forza-lavoro disoccupata da mantenere,
gli schiavi non servono più e quindi li eliminano
(oddio, potendo l'avrebbero già fatto da molti anni)


-*_ uniposta(at)yahoo.it
-*_ uniposta(at)gmail.com
--
If his chest had been a cannon, he would have shot his heart upon it.
Se il suo petto fosse stato un cannone, gli avrebbe sparato contro
il suo cuore. (Herman Melville, Moby Dick; Patrick Stewart,
Capt. Jean-Luc Picard, Star Trek - The Next Generation)
unilì
2011-01-28 17:52:53 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Appunto, sai come vengono spesso usati quei fumetti?
Tanto per chiarirci, sto parlando di lolicon, shotacon, toddlercon di
genere henai (giusto per essere chiari), spesso BSDM o guro, non dei
classici Manga.
Vengono sovente utilizzati in fase di adescamento o di abuso.
Allora dovremmo vietare pure le caramelle.
Parsifal
2011-01-28 17:52:55 UTC
Permalink
Il Fri, 28 Jan 2011 18:52:53 +0100, in it.diritto.internet,
Post by unilì
Allora dovremmo vietare pure le caramelle.
Dai, non scadiamo nel banale ;)
--
Beffo la morte e ghigno
Daniele Orlandi
2011-01-27 08:47:14 UTC
Permalink
Post by unilì
Se io compro un dvd o una videocassetta porno, sopra c'e' scritto chi è
la casa che lo ha prodotto, quindi vadano da loro a controllare; se LO
STESSO FILM lo scarico da emule o da youporn, se l'attrice è giovane,
qualcuno potrebbe contestare un 600-quater?
È anche successo che in alcuni film porno professionali si sia scoperto solo
a posteriori, dopo la pubblicazione che un'attrice non aveva ancora compiuto
i 18 anni.

Il possessore di tale film comprato regolarmente sul mercato in che
posizione si trova?

E chi lo ha venduto?

Ciao,
--
Daniele Orlandi つづく
THe_ZiPMaN
2011-01-26 23:09:56 UTC
Permalink
Post by unilì
ovviamente non è il bambino violentato), altrimenti se dovesse essere
davvero un fotogramma del video, il 600-quater ce lo vedo tutto e forse
anche il 600-ter per la pubblicità.
IMHO considerando che non si può identificare la persona e che non è
data a sapere la provenienza della foto, anche se è realmente un
fotogramma del video non penso si possa accusare nessuno di alcun reato.
--
Flavio Visentin
2006: l'onestà 2007: la storia 2008: la leggenda 2009: il mito epico
2010: l'apoteosi!! 3 TITULI!!! Scudetto, Coppa Italia, Champions League
Far rodere un cretino come ponziopilato è godurioso come 4 TITULI!
Parsifal
2011-01-27 07:27:09 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 00:09:56 +0100, in it.diritto.internet,
Post by THe_ZiPMaN
Post by unilì
ovviamente non è il bambino violentato), altrimenti se dovesse essere
davvero un fotogramma del video, il 600-quater ce lo vedo tutto e forse
anche il 600-ter per la pubblicità.
IMHO considerando che non si può identificare la persona e che non è
data a sapere la provenienza della foto, anche se è realmente un
fotogramma del video non penso si possa accusare nessuno di alcun reato.
Concordo. Al limite potrebbe trattarsi di un fotogramma proveniente dal
fascicolo processuale o da una conferenza stampa (e la marmotta incartava
la cioccolata).
C'è da dire che spesso simili argomenti vengono trattati con grande
superficialità.
--
Gran brutta malattia il razzismo. Più che altro strana: colpisce i
bianchi, ma fa fuori i neri. (Albert Einstein)
Alex sbr
2011-01-27 00:22:28 UTC
Permalink
Post by Parsifal
Per rispondere a Francesco, nel caso da te citato l'autore del
filmato era il ragazzo, la ragazzina è stata riconbosciuta come
vittima.
Il TdM in I grado assolse il ragazzo perché "non sono ravvisabili i
delitti di pornografia minorile e di pubblicazione o spettacolo osceni
CUT
Post by Parsifal
In relazione al dolo specifico la Corte riteneva sufficiente la mera
consapevolezza del concreto pericolo di diffusione del materiale
pornografico prodotto.
Premesso che non sono una vvocato. queste decisioni però (ricordo che se ne
era parlato nel ng anche in passato) davano per scontato che fosse lui il
responsabile della ridistribuzione del filmato, mentre ricordo che ai tempi
in cui la notiiza era uscita diversi articoli (PI? Zeusnews?) dicevano che
durante le perquisizioni all'ex fidanzato non avevano trovato nessuna copia
del materiale e che non era stato possibile provare che la distribuzione
fosse partita da lui.

In un caso puramente teorico ma simile, in cui entrambi fosse consenzienti
nel realizzare il filmato, e in cui non sia possibile dimostrare (come
inevce inq ualche modo deve essere stato fatto nel caso di Perugia) quale
dei due interpreti minorenni l'ha poi distribuito, come sarebbe possibile
affermare che solo uno dei due e' responsabile della diffusione perche'
doevva pensare a questo rischio e l'altro no? A buon senso, se non si riesce
a provare chi dei due l'ha distribuito, ed entrambi erano chiaramente
consenzienti, la responsabilità dovrebbe essere uguale.

Ao Alex
Parsifal
2011-01-27 07:32:12 UTC
Permalink
Il Thu, 27 Jan 2011 01:22:28 +0100, in it.diritto.internet,
Post by Alex sbr
Premesso che non sono una vvocato. queste decisioni però (ricordo che se ne
era parlato nel ng anche in passato) davano per scontato che fosse lui il
no non per scontato, ma per provato.
Post by Alex sbr
In un caso puramente teorico ma simile, in cui entrambi fosse consenzienti
...
Post by Alex sbr
doevva pensare a questo rischio e l'altro no? A buon senso, se non si riesce
a provare chi dei due l'ha distribuito, ed entrambi erano chiaramente
consenzienti, la responsabilità dovrebbe essere uguale.
Si.
--
La verità è come l'acqua, se non è pura non è verità (F.Carnelutti)
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per 'Un'ipotesi di scuola sulla auto-pedopornografia.' (newsgroup and mailinglist)
75
risposte
Responsabilità civile internet café
iniziato 2014-12-18 09:08:25 UTC
it.comp.sicurezza.varie
173
risposte
auto parcheggiate con cinture allacciate
iniziato 2010-01-14 13:12:52 UTC
it.discussioni.auto
7
risposte
Un'ipotesi di scuola sulla auto-pedopornografia.
iniziato 2011-02-02 13:41:18 UTC
it.diritto
7
risposte
Un'ipotesi di scuola sulla auto-pedopornografia.
iniziato 2011-02-02 13:41:18 UTC
it.sesso.discussioni
Risultati di ricerca per 'Un'ipotesi di scuola sulla auto-pedopornografia.' (Domande e Risposte)
5
risposte
La sensazione di inferiorità che entra in un programma di dottorato di ricerca a causa del proprio grado di scuola universitaria
iniziato 2018-02-16 04:00:48 UTC
università
8
risposte
Come mai Hermione ha provato gli incantesimi prima di salire sull'Hogwarts Express?
iniziato 2012-06-15 20:23:03 UTC
sci-fi
2
risposte
Alla ricerca del nome di un film di fantascienza / horror o forse di una serie in cui una ragazza viene fatta scivolare a testa in giù in un tubo res
iniziato 2015-08-18 23:01:23 UTC
film
9
risposte
Come affrontare i complimenti ambigui di un datore di lavoro?
iniziato 2017-09-12 02:21:15 UTC
interpersonale
2
risposte
Posso sostituire un anello di catena centrale con uno con un numero di denti diverso?
iniziato 2015-06-02 05:22:28 UTC
biciclette
Discussioni interessanti ma non correlate
9
risposte
Quale metodo o componente è meglio regolare da 42 a 3,3 V?
iniziato 2020-04-09 09:45:51 UTC
5
risposte
Fusibile trasformatore riduttore piccolo, primario o secondario?
iniziato 2018-04-10 10:42:47 UTC
5
risposte
A cosa servono i transistor in questo circuito dell'oscilloscopio CRT?
iniziato 2020-02-12 22:50:25 UTC
6
risposte
Elettronica di base - Voglio imparare il "perché", non solo il "come"
iniziato 2013-05-20 00:00:09 UTC
5
risposte
Identificazione del master SPI
iniziato 2010-10-13 12:35:58 UTC
Loading...