Discussione:
il cancelbot...
(troppo vecchio per rispondere)
Luca
2018-02-26 23:36:36 UTC
Permalink
idd in ragione dell'argomento può esistere solo se moderato.
ad un certo punto, è stata presa la decisione di chiuderlo per evitare
problemi giudiziari al moderatore, ai partecipanti ed al gcn.
Questo era l'argomento fondamentale contro la moderazione generalizzata di it.
Possiamo andare a fondo - giuridicamente parlando - di questo punto? Nel
senso: e allora i blog e i forum via web? E allora "riscopire Fidonet"? E
allora i singoli gruppi moderati? E allora le mailing list moderate? E allora
Gwene/Gmane?

Perché tutti questi luoghi di discussione - pre o post moderati, manualmente o
semiautomaticamente - possono esistere mentre una intera gerarchia Usenet
moderata no?
--
Luca - e-mail: p.stevens at libero.it
GIulia
2018-02-27 09:12:53 UTC
Permalink
Post by Luca
Perché tutti questi luoghi di discussione - pre o post moderati, manualmente o
semiautomaticamente - possono esistere mentre una intera gerarchia Usenet
moderata no?
Nel momento in cui introduci la moderazione crei un responsabile.

Mentre se assicuri la cancellazione su richiesta degli interessati sei solo fornitore di servizio,
youtube ha vinto decine di cause sul fatto che loro sono solo un fornitore di servizio
e la responsablita' e' in capo agli utenti ad esempio e garantiscono la rimozione.

Quindi la moderazione e' un arma a doppio taglio ,
mentre la gestione di un news server senza interventi e' solo la gestione di un sistema di comunicazione
l'unica regola e' di intervenire appena richiesto da chi ne ha titolo.

Ma se non vuoi propio rischiare spegni tutto e ti chiudi nella tua cameretta, certe cose non sono per anime pavide.

Giulia
Luca
2018-03-01 04:57:55 UTC
Permalink
Post by GIulia
Post by Luca
Perché tutti questi luoghi di discussione - pre o post moderati, manualmente o
semiautomaticamente - possono esistere mentre una intera gerarchia Usenet
moderata no?
Nel momento in cui introduci la moderazione crei un responsabile.
Mentre se assicuri la cancellazione su richiesta degli interessati sei solo fornitore di servizio,
youtube ha vinto decine di cause sul fatto che loro sono solo un fornitore di servizio
e la responsablita' e' in capo agli utenti ad esempio e garantiscono la rimozione.
la gestione di un news server senza interventi e' solo la gestione di un sistema di comunicazione
l'unica regola e' di intervenire appena richiesto da chi ne ha titolo.
In mancanza di basi giuridiche prendo le regole così come le hai esposte e le
applico a it:

Caso 1: se il "sistema" fosse considerato - erroneamente - come un solido
insieme, di cui il GCN è responsabile, avremmo:

- gruppi non moderati:
La regola di cui sopra è evidentemente disattesa: nei non moderati c'è
assoluta garanzia di *non* cancellazione. Il GCN, che non può né vuole
cancellare niente a posteriori, secondo questa regola sarebbe nei guai.
- gruppi moderati: il responsabile sarebbe il moderatore. A prescindere
dalla possibilità di cancellazione a posteriori, i gruppi moderati
esistono eccome.

In questo caso, se il GCN decidesse di aprire solo gruppi (robo)moderati,
non si vede in che modo la situazione dovrebbe essere diversa. Dal punto di
vista della responsabilità giuridica, uno o molti non fa differenza.

Caso 2: consideriamo il "sistema" per quello che è veramente, composto da:
a) GCN
b) gestori dei singoli newsserver

- gruppi non moderati:
La regola di cui sopra è lo stesso disattesa, ma la responsabilità ricade
sui singoli gestori dei newsserver, perché il GCN non interviene in nessun
modo nella pubblicazione o nella cancellazione.

- gruppi moderati:
Anche qui, il responsabile finirebbe per essere il moderatore, o il gestore
del robomoderatore. Dal punto di vista della responsabilità giuridica non
vedo che cosa cambierebbe rispetto alla situazione attuale.
--
Luca - e-mail: p.stevens at libero.it
Aioe
2018-02-27 11:08:47 UTC
Permalink
Post by Luca
Perché tutti questi luoghi di discussione - pre o post moderati,
manualmente o semiautomaticamente - possono esistere mentre una intera
gerarchia Usenet moderata no?
le ragioni giuridiche ti sono già state spiegate da giulia.
Considera anche che purtroppo la moderazione dei newsgroup è molto facile
da aggirare se ne conosci il meccanismo di funzionamento. Quindi se anche
generalizzassi la moderazione poi dovresti gestire una pletora di abusi e
questo sarebbe dispendioso in termini di tempo per l'amministratore della
baracca che comunque è un volontario.
Ancora, la it.* fa 2500 messaggi al giorno. Moderarli tutti implica avere
a disposizione un buon numero di moderatori volontari che, al momento, mi
sembra non siano disponibili.
La moderazione poi richiede un software strano, il robomoderatore, che la
faccia funzionare. Quello che usa la it.* è di Marco D'Itri che non lo ha
davvero mai pubblicato e soprattutto non si sa se a questo punto abbia la
voglia di svilupparlo ancora. Quindi, moderare tutto significa scrivere i
programmi per farlo e questa è un'impresa per nulla banale perché bisogna
costruire un'interfaccia utente per il moderatore poi un qualche backend,
come utente news, che gestisca tutte le operazioni sui messaggi. E' molto
meno semplice di quello che sembra soprattutto se devi gestire
Continua a leggere su narkive:
Loading...