Discussione:
Offese in chat
(troppo vecchio per rispondere)
Templare
2013-07-22 23:45:14 UTC
Permalink
Cosa si rischia , secondo voi , ad offendere un nick?

Ciao!
pot
2013-07-23 08:41:34 UTC
Permalink
Post by Templare
Cosa si rischia , secondo voi , ad offendere un nick?
Una querela?
Templare
2013-07-23 10:45:36 UTC
Permalink
Post by pot
Post by Templare
Cosa si rischia , secondo voi , ad offendere un nick?
Una querela?
Ma anche se il nick si chiama topogiggio ed è nel perfetto anonimato?
Renaissance
2013-07-23 11:04:32 UTC
Permalink
Post by Templare
Post by pot
Una querela?
Ma anche se il nick si chiama topogiggio ed è nel perfetto anonimato?
Se sia o no nel perfetto anonimato, non lo puoi sapere facilmente.

bye G.L.
--
Da i.d.c.tutela:
P.S. Quando ci sarà lo switch-off, avrò problemi anche col
monitor del PC? Ho visto che è collegato in modalità analogica.
pot
2013-07-23 13:28:49 UTC
Permalink
Post by Templare
Post by pot
Post by Templare
Cosa si rischia , secondo voi , ad offendere un nick?
Una querela?
Ma anche se il nick si chiama topogiggio ed è nel perfetto anonimato?
Non so cos'è il perfetto anonimato. In ogni caso, se io mi faccio
chiamare "lo smilzo" non è che per questo motivo puoi impunemente
insultare "lo smilzo".
DigiART ;)
2013-07-31 21:37:04 UTC
Permalink
Post by Templare
Ma anche se il nick si chiama topogiggio ed è nel perfetto anonimato?
Il perfetto anonimato NON ESISTE... in quella chat, a quell'ora con quel
nick c'eri solo tu.. ed il tuo pc ha un IP facilmente tracciabile e
riconducibile alla tua macchina in pochi minuti.. ancor più velocemente
se c'è una querela di mezzo.
Le comunicazioni informatiche lasciano sempre tracce, anche se si cerca
di camuffarle e la Polizia Postale è sempre in grado di trovare il pc
dal quale è stato mandato un messaggio.

DigiART ;)
Leonardo Serni
2013-07-31 22:11:30 UTC
Permalink
Post by DigiART ;)
Le comunicazioni informatiche lasciano sempre tracce, anche se si cerca
di camuffarle e la Polizia Postale è sempre in grado di trovare il pc
dal quale è stato mandato un messaggio.
...ma anche no, ecco. Salvo che adottando mezzi di controllo estremamente
capillari e costosi, che allo stato in Italia non sono operativi (poco, a
dir la verita', anche in Paesi piu' attenti tipo la Cina).

Leonardo
--
Were I Glenallan's Earl this tide, and were you Roland Cheyne,
My spur would be in my horse's side, the bridle upon his mane.
If they hae twenty thousand blades and we twice ten times ten,
Yet they hae but their tartan plaids, and we're mail-clad men.
DigiART ;)
2013-07-31 22:47:47 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
...ma anche no, ecco. Salvo che adottando mezzi di controllo estremamente
capillari e costosi
Stiamo parlando dell'utente medio di una chat.. non certo dell'hacker
specializzato in occultamento e depistaggio... mi sembra di capire.

DigiART ;)
Leonardo Serni
2013-08-01 06:59:52 UTC
Permalink
Post by DigiART ;)
Post by Leonardo Serni
...ma anche no, ecco. Salvo che adottando mezzi di controllo estremamente
capillari e costosi
Stiamo parlando dell'utente medio di una chat..
Vero. Fatto si e' che ormai esistono sistemi cosi' semplici che ogni tanto
qualcuno addirittura li adopera accidentalmente e senza saperlo. Credo che
il piu' banale sia "navigare attraverso la connessione di un altro che non
lo sa, nemmeno ti conosce, e non potra' fare il tuo nome quando la polizia
eventualmente risalisse fino a lui".

(Intendo "anonimato" non con "e' impossibile risalire ad UN colpevole", ma
con "e' impossibile a fini pratici risalire al VERO colpevole").

Leonardo
--
Were I Glenallan's Earl this tide, and were you Roland Cheyne,
My spur would be in my horse's side, the bridle upon his mane.
If they hae twenty thousand blades and we twice ten times ten,
Yet they hae but their tartan plaids, and we're mail-clad men.
pot
2013-09-06 12:39:17 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Post by DigiART ;)
Post by Leonardo Serni
...ma anche no, ecco. Salvo che adottando mezzi di controllo estremamente
capillari e costosi
Stiamo parlando dell'utente medio di una chat..
Vero. Fatto si e' che ormai esistono sistemi cosi' semplici che ogni tanto
qualcuno addirittura li adopera accidentalmente e senza saperlo. Credo che
il piu' banale sia "navigare attraverso la connessione di un altro che non
lo sa, nemmeno ti conosce, e non potra' fare il tuo nome quando la polizia
eventualmente risalisse fino a lui".
(Intendo "anonimato" non con "e' impossibile risalire ad UN colpevole", ma
con "e' impossibile a fini pratici risalire al VERO colpevole").
Stiamo sempre parlando di casi estremamente di nicchia. La domanda
iniziale era se un'offesa a uno pseudonimo fosse in qualche modo
perseguibile. La risposta è indipendente dal fatto che l'autore sia
facilmente rintracciabile.

Detto questo, non ho dati, ma sono pronto a scommettere che, delle
offese a uno pseudonimo, una su cento è condotta con metodi che non
consentono di risalire facilmente all'autore :)

Renaissance
2013-07-23 10:17:59 UTC
Permalink
Post by Templare
Cosa si rischia , secondo voi , ad offendere un nick?
AFAIK (non sono un legale): una querela per ingiuria/diffamazione.
Se si viene poi condannati o meno, dipende se quel nick rende
riconoscibile o meno una persona per nome e cognome e per qualita'
personali anche solo ai partecipanti all'interno della "comunità
digitale". Cioe', per intenderci: se io do del truffatore al nick
"amber1978", ed alcuni partecipanti sanno che "amber1978" e'
nella vita reale "Laura Rossi", si puo' configurare il reato, al di
la' che si sia o meno firmata col vero nome e/o lo abbia rivelato
nel passato, basta che qualcuno sappia chi e' davvero "amber1978".
Diverso se sotto il nick "amber1978" si nasconde una persona
nell'anonimato completo a tutti, difficilmente si potrebbe sostenere
che la persona celata sotto il nick sia stata offesa nel decoro e
nella dignita'.
Ma comunque vada, se ingiuri/diffami "un nick", stai certo sfidando
la fortuna. ;-)
Poi, posso aver scritto fesserie: aspettiamo pareri piu' autorevoli.

bye G.L.
--
Da i.d.c.tutela:
P.S. Quando ci sarà lo switch-off, avrò problemi anche col
monitor del PC? Ho visto che è collegato in modalità analogica.
Continua a leggere su narkive:
Loading...